mercato
numeri, trend, fatti

Latte: lo spot arriva a 60 centesimi al litro, in Italia. Raccolta in graduale diminuzione

Settimana di sostanziale stabilità nel mercato dairy europeo, secondo l’analisi di Assocaseari. Latte e panna mantengono le quotazioni della scorsa settimana, con poca disponibilità; il burro recupera ulteriormente; nelle polveri grande indecisione, in attesa che il mercato si spieghi meglio. Incertezza anche nelle quotazioni dei formaggi. Resta comunque un quadro estremamente volatile per tutte le tipologie di prodotto. Sul mercato europeo, situazione stabile per il latte crudo tedesco, sia intero che scremato, con pochissima merce disponibile. Sul mercato nazionale, latte crudo ancora in aumento, trattato a 0,59-0,60 euro/kg partenza, domanda molto buona. Raccolta in diminuzione graduale, titoli in calo verso i valori estivi, soprattutto per quanto riguarda la materia grassa.

Crema di latte tedesca, quotazione invariata. Molto scarsa l’offerta

Sul mercato Ue, invariata la crema di latte tedesca che resta anche questa settimana a 3,55-3,58 euro/kg franco arrivo, scarsissima offerta. In Italia, buona domanda di panna nazionale di qualità trattata a bollettino. Quotazioni ufficiali europee del burro ancora in aumento. Kempten sale di 0,02 euro il minimo e di 0,03 euro il massimo, che vanno rispettivamente a 7,20 e 7,25 euro/kg, media tedesca 7,225 euro/kg. La Francia aumenta di 0,18 euro portandosi a 7,96 euro/kg mentre l’Olanda resta invariata a 7,25 euro/kg. La media a tre di questa settimana è 7,478 euro/kg e quella a due 7,238 euro/kg. La quotazione del burro di centrifuga a Milano aumenta di 0,07 euro e va a 7,15 euro/kg.

Polveri di latte: quotazioni alte. Ma pochi scambi

I bollettini del latte in polvere scremato, questa settimana, sono aumentati in tutti e tre i Paesi presi in considerazione, a parte quello per uso alimentare in Francia che è calato leggermente. L’intero è aumentato in Germania e in Francia, ma è calato in Olanda. La situazione resta molto incerta con quotazioni che si mantengono a livelli molto alti, ma con pochi scambi. Anche nel siero molta indecisione: aumenta in Germania e cala in Francia e Olanda.

Formaggi: crescono Pecorino Romano, Gorgonzola, Provolone Valpadana e Monte Veronese

Per quanto riguarda i formaggi, in Italia sono aumentate le quotazioni del Pecorino Romano a Milano, del Gorgonzola a Novara, del Provolone Valpadana e del Monte Veronese a Verona. Prezzi in riflessione per i formaggi commodities in Europa, con quotazioni intorno ai 5,00 euro/kg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *