numeri, trend, fatti

Mercato trade: spot a 0,53 euro in Germania. Lievi aumenti anche in Italia. Pausa per crema e burro

Questa settimana restano ancora in tensione latte, formaggi e polveri, secondo l’analisi sul mercato trade di Assocaseari. Dopo tanto fermento si prendono una pausa di riflessione, invece, crema e burro. La situazione del latte spot, in Germania, Francia e Olanda, è sempre la stessa: con le produzioni sempre in calo acquistare è molto difficile. Le quotazioni che si sentono, per i rarissimi scambi di latte intero, aumentano di qualche centesimo rispetto alla settimana scorsa, portandosi intorno ai 0,53 euro/kg; stabile il magro a 0,30 euro/kg. Prezzi franco partenza. Anche in Italia si rilevano lievi aumenti nelle contrattazioni.

Burro e crema: valori vicini ai bollettini, mercato trade in sostanziale equilibrio

La crema di latte, in Italia e Ue, mostra quotazioni settimanali del mercato trade intorno al valore dei bollettini, cioè 2,90 euro/Kg. Mercato stabile per il burro con un sostanziale equilibrio tra domanda e offerta. Anche questa settimana, il bollettino del burro di centrifuga di Kempten resta invariato sia sul prezzo minimo, 5,25 euro/kg, che sul massimo, 5,45 euro/kg, media tedesca 5,35 euro/kg. Aumenta di 0,04 euro la quotazione olandese, che si porta a 5,44 euro/kg, mentre quella francese, sempre stravagante, sale di 0,41 euro e raggiunge i 5,87 euro/kg. La media a tre di questa settimana è 5,553 euro/kg, quella a due 5,395 euro/kg. Resta invariata a 5,33 euro/kg la quotazione del burro di centrifuga a Milano e anche il divario tra la quotazione del centrifuga e quella della crema a resa burro.

Polveri: bollettini in aumento

I bollettini del latte in polvere seguono bene sia l’andamento che il valore del mercato e indicano aumenti nei tre principali paesi presi in considerazione; soltanto la Francia lascia invariata la quotazione dell’intero. Quotazioni del siero in aumento, ad esclusione di quello per uso zootecnico che in Francia resta invariato.

Formaggi: in valo i bollettini nazionali

Bollettini nazionali dei formaggi in frenata. Aumentano di 0,05 euro soltanto le voci del Grana Padano Dop meno stagionato a Verona, Mantova e Brescia, e i formaggi “molli” a Brescia. In aumento le quotazioni medie europee, anche se restano ancora lontane dai prezzi di mercato reali, sempre stabilmente sopra i 4,00 euro/kg: Gouda a 3,55 euro/kg, Edamer a 3,57 euro/kg, Cheddar a 3,30 euro/kg ed Emmentaler a 4,97 euro/kg.

One thought on “Mercato trade: spot a 0,53 euro in Germania. Lievi aumenti anche in Italia. Pausa per crema e burro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *