latticini
numeri, trend, fatti

Export Ue: gennaio contrastante per il dairy. Bene il formaggio, male la Cina

Dopo una forte ripresa nel 2023 (+6% nel Medio Oriente), l’export dairy della Ue, a gennaio, è stato contrastante (-0,5% genn.’24/genn.’23 nel Medio Oriente), secondo il report Trade Data Monitor analizzato da Assocaseari, con una crescita osservata per formaggio e Wmp e una perdita per gli altri prodotti principali. La consistente domanda dei Paesi Mena, la ripresa degli acquisti nel sud-est asiatico e il maggiore interesse degli Stati Uniti hanno compensato il continuo calo delle esportazioni verso la Cina.

Export Ue: la situazione, prodotto per prodotto

A gennaio, l’export di formaggio ha continuato ad aumentare per il nono mese consecutivo. Mentre la domanda del Regno Unito e dell’area Mena è rimasta stabile, quella statunitense ha guidato la crescita mensile. Anche i volumi diretti in Giappone e nel sud-est asiatico hanno continuato ad aumentare.
I flussi di burro a gennaio sono calati per la prima volta dopo 12 mesi di crescita costante (contro dei deboli 2021 e 2022) a causa della contrazione della produzione, dello sviluppo della domanda interna e dell’elevato prezzo. Le tendenze all’acquisto, tuttavia, sono state diverse tra i principali importatori.
Le spedizioni di Smp sono calate del 7% genn.’24/genn.’23 soprattutto a causa della Cina; ha controbilanciato la perdita la solida domanda dei Paesi Mena (principalmente Algeria e Arabia Saudita). Le esportazioni verso il sud-est asiatico sono state contrastanti, con una ripresa della domanda osservata nelle Filippine, un aumento dei volumi destinati all’Indonesia, mentre sono state registrate perdite in Tailandia, Vietnam e Malesia. L’export di siero, analogamente all’SMP, è calato del 3% genn.’24/genn.’23, con una domanda cinese più debole e un aumento delle richieste da parte del sud-est asiatico e di altre destinazioni minori. Al contrario, le esportazioni di WMP sono aumentate del 14% genn.’24/genn.’23, riflettendo i maggiori volumi spediti nei Paesi MENA (principalmente Oman).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *