proteine vegetali
numeri, trend, fatti

Proteine vegetali a +3,1% nel 2021. Oggi rappresentano il 22% dei consumi

Crescono del 3,1%, nel 2021, gli acquisti di proteine vegetali, che oggi rappresentano il 22% di tutte quelle assunte nella dieta degli italiani. A valore, l’incremento supera gli 800 milioni di euro mentre gli acquisti ‘green’ in generale crescono dell’8% rispetto al 2020. I numeri sono stati elaborati dall’Unione Italiana Food, sulla base del Rapporto Coop 2021. L’analisi dell’associazione precisa che il cambiamento è dovuto anche alla pandemia, visto che il 42% degli italiani afferma di mangiare oggi in modo più sano ed equilibrato rispetto a prima dell’emergenza e il 26% dichiara di aver ridotto il consumo di proteine animali. Entrando nel dettaglio delle categorie, i prodotti a base vegetale che hanno registrato i maggiori incrementi nel primo semestre 2021, ci sono le bevande (+47%), i piatti pronti (+44%), le besciamelle (+37%), i surgelati (+35%), le salse e i condimenti (+34%).

Unione Italiana Food: consumare meno latte per diminuire la Co2

“I consumatori sono consapevoli dei benefici per l’organismo e per la salute del Pianeta, derivanti da una dieta ricca di frutta, verdura, cereali, pasta integrale e cibi a base vegetale”, è il commento del presidente del Gruppo Prodotti a base vegetale di Unione Italiana Food, Salvatore Castiglione. Che, pensando forse a tutte le aziende di questo settore, aggiunge: “questo però non vuol dire che smetteremo di mangiare le proteine animali perché a tavola c’è posto per tutti; è solamente in corso un cambiamento delle quantità e della frequenza con cui le mangeremo”. Secondo alcuni studi i consumatori vorrebbero soprattutto conoscere l’impatto dei cibi ma non rinunciare a formaggi, carne e pesce. Unione Italiana Food, che raccoglie le industrie di dolci, pasta e prodotti alimentari, accompagna la nota con numeri che faranno probabilmente discutere: “è stato calcolato che se una persona consumasse un giorno a settimana per un anno, una bevanda di origine vegetale o un suo derivato invece dell’equivalente di origine animale, le emissioni di CO2 diminuirebbero di 104 kg“. E aggiunge: “Numerosi studi dimostrano la bassa impronta ecologica delle principali tipologie di prodotti a base vegetale, con notevoli benefici per l’ecosistema”.

2 thoughts on “Proteine vegetali a +3,1% nel 2021. Oggi rappresentano il 22% dei consumi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.