trasformazione & dintorni

World Cheese Awards 2022. De Magi, Monti Trentini, Carpenedo, Il Fiorino, L’Antica Cascina, Arrigoni Battista, Parmigiano Reggiano: ecco tutti i vincitori italiani

Si è conclusa con una pioggia di medaglie per l’Italia l’edizione 2022 dei World Cheese Awards, che ha visto la partecipazione di 42 Paesi per un totale di oltre 4.400 formaggi di 900 aziende, record assoluto per la manifestazione. La giuria dell’evento era formata da 265 giudici provenienti da oltre 38 nazioni tra cui Cathy Strange di Whole Foods Market (Stati Uniti), Patricia Michelson da La Fromagerie (Uk), Denis Priimagi di Cheese Kingdom (Ucraina) e Davide Fiori della Luigi Guffanti 1876, che hanno valutato i formaggi rispetto a varie caratteristiche tra cui l’aspetto della crosta e della pasta, il profumo, la texture e il gusto. Il World Cheese Awards, nato nel 1988 e giunto quest’anno alla 35esima edizione, classifica i formaggi nelle quattro categorie: Bronzo, Argento, Oro e Super Oro. A imporsi tra i 4.434 formaggi candidati da tutto il mondo, quest’anno è stata una Dop svizzera: il Groviera prodotto da Vorderfultigen e affinato da Gourmino. Al secondo posto il Gorgonzola dolce Dop del caseificio De’ Magi mentre al terzo posto si è piazzata la Grosse Tomme de Bufflonne Cave Jacobine, di Prolactine France. Nella Top 15, oltre al Gorgonzola di Magi, figurano altri due italiani: il Ma-Trù Pecorino Amatriciano di Fratelli Petrucci, al 14esimo posto, e L’Ambra di Talamell, al 15esimo. La cerimonia di premiazione si è svolta presso l’International Convention Centre Wales di Newport, in Galles

World Cheese Awards 2022: gli italiani nei 98 Super Oro

Nella classifica dei 98 formaggi super oro dei World Cheese Awards 2022, tra cui poi sono stati selezionati quelli premiati nella Top 15, figurano ben 14 formaggi italiani. Ecco l’elenco:

Caseificio Artigiana – Caciocavallo Silano Dop
Casale Roccolo azienda agricola biologica – Marchesino Casale Roccolo
Perla – Ducato Tocco Tre Latti
Rocca Toscana Formaggi – L’Ambra di Talamello, pecorino stagionato in fosse arenarie a Talamello
Consorzio Gourm.it, Perenzin Latteria – Capra Tonka e Vermouth
Caseifitziu Agriculu Mandrolisai – Lentore
Nazionale Parmigiano Reggiano Granterre Gavasseto – Parmigiano Reggiano oltre 40 mesi
Agriturismo Caseria – Caciocavallo Caseria di Castelfranco
De’ Magi – Gorgonzola Dolce Dop
Casale Roccolo azienda agricola biologica – Formagella Storica Casale Roccolo
Caseificio Il Fiorino – Riserva del Fondatore Special Edition
Nazionale Parmigiano Reggiano Latteria Centro Rubbianino – Parmigiano Reggiano 30-39 mesi
F.lli Petrucci – MA-TRU’ Pecorino Amatriciano
Caseificio Artigiana – Stracciatella affumicata

Casearia Monti Trentini: due ori e un bronzo frutto di impegno e della ricchezza del territorio

Sono tre i formaggi di Monti Trentini che hanno vinto un premio ai World Cheese Awards 2022. Si tratta di le Malghe di Vezzena, vincitore della medaglia di Bronzo, già premiato con la medaglia d’oro nel 2018, del formaggio Asiago Dop Vecchio, che si riconferma, dopo l’Argento del 2018, battendo i suoi rivali e aggiudicandosi la medaglia d’oro, e dell’Asiago Dop Fresco. Quest’ultimato, alla sua prima partecipazione al concorso, si è aggiudicato subito la medaglia d’oro. I tre prodotti selezionati hanno colpito la giuria in modo particolare per il gusto e la sensazione in bocca.

Fabio Finco, responsabile della produzione di Casearia Monti Trentini, commenta la vittoria: “Siamo molto orgogliosi di aver ricevuto questi tre importanti premi. Voglio sottolineare che questo riconoscimento è frutto non solo dell’impegno quotidiano dei nostri collaboratori e dei casari, ma anche del nostro territorio, delle sue erbe e dei suoi fiori, capaci di regalare alle nostre bovine un latte di alta qualità con dei sapori unici”.

Tre bronzi per i pecorini de L’Antica Cascina

Il caseificio forlivese L’Antica Cascina conquista tre medaglie di bronzo ai World Cheese Awards 2022, confermando l’apprezzamento dei suoi prodotti all’estero. Il Vero Formaggio Scoparolo, pecorino a pasta gessata e dal sapore pieno ed armonioso, vince nella categoria Stagionati di pecora. Anche il Canestrato, un pecorino dalla pasta semicotta ed un sapore equilibrato, e Il Noce Affinato, un pecorino maturato in giara con foglie di noce, si sono aggiudicati il premio di Bronzo nelle rispettive categorie.

Negli anni, L’Antica Cascina ha collezionato una lunga serie di riconoscimenti nella cornice del World Cheese Awards tra cui, nel 2010, il premio Gold per il formaggio di pecora La Tenerina e nel 2009 il premio Gold per il pecorino affinato L’Ulivo.

Il Noce Affinato

“Essere riconosciuti ancora una volta per la qualità e il gusto dei nostri formaggi ci riempie di soddisfazione ed energia per continuare il nostro lavoro con rinnovata passione e impegno di sempre”, commenta Gian Luca Gazzoni, ceo dell’azienda.  “L’alta qualità del latte fresco, la cura nella produzione e l’attenzione nel processo di affinamento da sempre contraddistinguono i nostri formaggi: siamo orgogliosi di aver ricevuto la conferma che la tradizione romagnola si distingue anche al di fuori del nostro territorio conquistando il palato dei più attenti esperti internazionali”.

Sei medaglie per la Casearia Carpenedo, tra ubriachi, aromatizzati ed erborinati

Dopo i due Ori mondiali ottenuti all’International Cheese&Diary Award a Nantwich (Uk), arrivano ora ben sei altri riconoscimenti di pregio dai World Cheese Awards 2022.

Sul podio gli storici formaggi ubriachi; un argento rispettivamente all’ Ubriaco al Raboso e al BaroneRosso al Barbera d’Asti, un bronzo all’Ubriaco al Prosecco, mentre un inedito premio, medaglia di Bronzo, è stato assegnato per la prima volta al Perlagrigia sotto cenere al Tartufo, altro storico formaggio aromatizzato. Una grande riconferma infine alle punte di diamante dell’azienda trevigiana, gli iconici erborinati Blu61 (in foto), affinato al Raboso Passito, e Basajo, erborinato di latte crudo ovino affinato in pregiato vino passito bianco e uva passa, entrambi premiati con medaglia di Bronzo.

Il formaggio Blu 61

“La nostra forza sta in una squadra solida che lavora in armonia – commenta Alessandro Carpenedo – e dove ciascun ruolo gioca una parte fondamentale nel raggiungimento dell’eccellenza”. Dietro a simili risultati c’é un lungo percorso di crescita, un expertise di oltre 60 anni nell’arte dell’affinamento per la quale l’azienda é stata pioniera ed oggi resta il primo laboratorio riconosciuto in Italia. Una storia di grande artigianalità che parte dalle antiche tradizioni contadine e con profondo rispetto e selezione della migliore materia prima, sa proiettarsi in avanti intrecciandosi con un continuo lavoro di ricerca e sperimentazione.

Il Fiorino: dieci medaglie per i formaggi di Maremma, tra cui un Super Oro per la Riserva del Fondatore special Edition

Nuova pioggia di medaglie per Il Fiorino che si conferma grande protagonista World Cheese Awards 2022. Al campionato del mondo dei formaggi, l’azienda maremmana guidata da Angela Fiorini e dal marito Simone Sargentoni ha conquistato ben dieci medaglie: super oro per la Riserva del Fondatore “special edition”, quattro argenti per il Cacio di Afrodite, la Riserva del Fondatore, il Cacio di Venere e la Grotta del Fiorini, e cinque bronzi, rispettivamente per: Fior di cardo, Pecorino di Bartarello a latte crudo, Semistagionato del Fiorini, Cacio di Caterina, Dolce Fiorino di Maremma. Per Il Fiorino un profilo sempre più internazionale.

La Riserva del Fondatore Special Edition

“Non ci si abitua mai a vincere – dichiara Angela Fiorini – soprattutto in concorsi come il Wha, che è tra i più importanti al mondo. Non ci si abitua e non lo si può dare per scontato perché il nostro lavoro è un impegno continuo alla ricerca dell’eccellenza, che si raggiunge solo con una grande passione e una dedizione totale. Ciò che conta non è il risultato occasionale, quanto riuscire a dare continuità all’eccellenza, mantenendosi sempre ai massimi livelli. Siamo soddisfatti per queste medaglie perché premiano formaggi classici del nostro caseificio, ma anche novità sulle quali abbiamo creduto e investito. Per noi i premi sono stimoli ad andare avanti e non allori sui quali adagiarsi e ogni riconoscimento è frutto del lavoro della grande famiglia de Il Fiorino che ogni giorno si impegna con passione e amore cercando di migliorarsi sempre e di portare alto il nome della nostra terra”.

Sei medaglie per i bergamaschi di Arrigoni Battista ai World Cheese Awards 2022

Il più grande concorso mondiale dedicato ai formaggi premia l’azienda bergamasca con sei riconoscimenti: Medaglia Gold per lo Stracchino, due medaglie Silver per Rossini e BerghemBlu, erborinati della linea “Unici”, tre Bronzi per Gorgonzola Dop Piccante, Gorgonzola Dop Dolce e un Formaggio Fresco di recentissima creazione. Salgono così a 79 le medaglie nel palmares di Arrigoni Battista, portabandiera della tradizione casearia lombarda.

Lo Stracchino premiato con la medaglia Gold

“Riteniamo meritevole di grande risalto la Gold Medal vinta dal nostro Stracchino sia perché è la prima volta che questo nostro formaggio, prodotto con solo latte italiano senza alcuna aggiunta di ulteriori ingredienti, riceve una medaglia sia perché non è per nulla abituale che un formaggio fresco ottenga il massimo riconoscimento nel più importante concorso caseario al mondo” sostiene il presidente Marco Arrigoni che aggiunge: “E’ sempre una grande emozione ottenere riconoscimenti al Wca, ma, se ci siamo in qualche modo abituati a riceverne per i nostri Gorgonzola, Taleggio e Unici, è una piacevolissima sorpresa che ci riempie di gioia la Gold Medal ottenuta dallo Stracchino. È una grande soddisfazione vedere che l’impegno e la passione che noi tutti mettiamo nel nostro lavoro vengono riconosciuti nel più importante contest internazionale. Come sempre, ringrazio i miei collaboratori e condividerò con loro la soddisfazione di questi fantastici risultati. Riconoscimenti ancora più graditi in questo periodo così difficile”.

93 medaglie per il Parmigiano Reggiano Dop: è il più premiato ai World Cheese Awards 2022

Il Parmigiano Reggiano vince 93 medaglie e si riconferma il formaggio più premiato ai World Cheese Awards. La giuria internazionale ha assegnato a Parmigiano Reggiano 2 medaglie Super Gold: alla Latteria Sociale Centro Rubbianino (Re) e a Caseificio di Gavasseto e Roncadella (Re).

Quest’anno la Nazionale del Parmigiano Reggiano era composta da 86 caseifici provenienti dalle 5 province del comprensorio: Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna (a sinistra del fiume Reno), Mantova (a destra del Po). Uno sforzo di gruppo che ha fruttato alla Nazionale 90 riconoscimenti: 2 Super Gold (miglior formaggio del tavolo), 17 medaglie d’oro, 33 d’argento, 38 di bronzo. A queste si aggiungono le 3 medaglie (un’oro, un’argento e un bronzo) riconosciute a tre caseifici che si sono iscritti indipendentemente al concorso.

“Il Parmigiano Reggiano – ha affermato Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano – ha dimostrato ancora una volta le qualità di un formaggio unico al mondo. Torniamo in Italia a testa alta, con un bottino complessivo di 93 medaglie, di cui 2 Super Gold e 18 ori dopo aver battagliato con oltre 4.000 formaggi da 45 paesi del mondo. Un successo che è motivo d’orgoglio per tutta la nostra filiera che ogni giorno impegna migliaia di allevatori di 305 caseifici artigianali nella ricerca dell’eccellenza assoluta”.

“Il Parmigiano Reggiano è premiato dall’Appennino alla pianura, in tutte le province dell’area di origine. Con il successo gallese salgono a 561 i riconoscimenti della Nazionale del Parmigiano Reggiano ottenuti in quattro lustri in 7 paesi del mondo diversi”, ha commentato Gabriele Arlotti, ideatore della Nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *