numeri, trend, fatti

Mercato Ue: produzione in aumento e prezzi delle commodity in calo. In Italia crescono i formaggi

Sul mercato Ue si rilevano buone disponibilità e produzione in leggero aumento, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, nei principali Paesi produttori secondo l’analisi settimanale di Assocaseari. Prezzi in calo per le principali commodity, a causa di un’offerta che, al momento, non è supportata dalla domanda. Si conferma quindi la debolezza di mercato anche questa settimana su tutti i prodotti, con scambi che non decollano ad eccezione dei formaggi, sostanzialmente stabili in Europa e stabili/in aumento in Italia. Sul mercato europeo, anche questa settimana il latte scende di qualche centesimo: crudo tedesco trattato a 0,56-0,59 euro/kg, lo scremato a 0,26-0,29 euro/kg partenza. La domanda è fiacca, l’offerta è nella media. Sul mercato nazionale, latte crudo trattato a 0,67-0,68 euro/kg consegnato, domanda abbastanza buona, nonostante le festività. Raccolta inaspettatamente debole, titoli alti stabili.

Non si ferma la discesa della crema nel mercato Ue

Sul mercato Ue, continua la discesa della crema di latte, trattata anche a 3,12 euro/kg franco arrivo, sempre con domanda debole. Sul mercato italiano, poca disponibilità di crema di latte di qualità trattata sul mercato libero. Anche nelle quotazioni ufficiali Europee, che stanno rincorrendo il mercato reale Burro di centrifuga, continua la discesa: Kempten cala di 0,15 euro sia il minimo che il massimo, oggi rispettivamente a 6,40 e 6,65 euro/kg, media tedesca 6,525 euro/kg. La Francia scende di 0,315 euro portandosi a 6,83 euro/kg e l’Olanda diminuisce di 0,25 euro, andando a 6,15 euro/kg. La media a tre di questa settimana è 6,502 euro/kg e quella a due 6,338 euro/kg. Il burro di centrifuga a Milano scende di 0,38 euro e va a 6,50 euro/kg.

Polveri in caduta libera

Bollettini del latte in polvere scremato ancora in caduta libera in tutti e tre i Paesi presi in considerazione. L’intero cala in Germania e Olanda, mentre in Francia resta invariato per la seconda settimana consecutiva. Quotazioni del siero invariate in l’uso zootecnico in Germania e Olanda, mentre calano in Germania per l’uso alimentare e in Francia per lo zootecnico.

Quotazioni, crescono i formaggi italiani. Sul mercato Ue calano le commodity

Quotazioni stabili o in crescita per i formaggi italiani e Bollettini ufficiali che seguono il mercato, con aumenti per il Grana Padano a Milano e a Mantova, e per il Pecorino Romano a Milano. Sul mercato Ue quotazioni stabili o cedenti di qualche centesimo per i formaggi commodity, ancora comunque a valori alti intorno ai 5,00 euro/kg +/- 0,20-0,30 euro/kg a seconda della tipologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *