superior taste award
trasformazione & dintorni

Superior Taste Award: premiati tre caseifici italiani

La giuria dell’International Taste Institute, composta da oltre 200 chef e sommelier di tutto il mondo, ha assegnato il Superior Taste Award 2021 a 2.218 prodotti, tra cibo e bevande, con un incremento del 45% dei candidati in gara rispetto all’edizione precedente. Il Superior Taste Award è una certificazione concessa a prodotti che soddisfano o superano (punteggio di degustazione superiore al 70%) le aspettative dei giudici.

Superior Taste Award: il 40% dei prodotti italiani ottiene tre stelle

Oltre il 40% dei prodotti italiani premiati ha ottenuto le 3 Stelle, cioè il massimo punteggio, un dato ben superiore rispetto alla media globale. Dimostrando che, anche in un periodo di difficoltà, le aziende hanno lavorato su tutti gli aspetti organolettici dei prodotti, non tralasciando gusto e qualità, elementi imprescindibili per i consumatori. Tra i premiati, nella categoria Dairy ci sono tre aziende italiane: Latterie Venete, Caseificio Val D’Aveto e Lattebusche.

Un premio speciale per lo yogurt Val D’aveto: il Crystal Award

Quest’anno in tutto il mondo solo 29 prodotti hanno ricevuto il Crystal Taste Award e 10 prodotti hanno raggiunto l’esclusivo Diamond Taste Award. Si tratta di premi speciali destinati a prodotti che conservano alti livelli qualitativi e gustativi per più anni. Sono due i prodotti italiani che hanno ottenuto i premi speciali Crystal Award: lo Yogurt Colato Bianco Naturale di Caseificio Val D’Aveto e il Brandy Stock 84 Gran Riserva 20Y di Stock Spirits, che hanno conseguito le 3 stelle per il terzo anno consecutivo e, di conseguenza, sono stati insigniti di questo speciale trofeo.

Superior Taste Award: in forte aumento le alternative vegetali a carne e formaggi

“Nella prima metà del 2021, abbiamo assistito ad una massiccia crescita della presentazione di prodotti correlati alla salute e alla sostenibilità“, spiegano gli organizzatori. “Ad esempio, c’è stato un forte aumento delle alternative vegetali a carne e latticini (+ 240%), prodotti senza glutine (+ 112%) e prodotti vegani (+ 77%). Questo si lega bene a un’altra tendenza: “spesso influenzati da sistemi di valutazione nutrizionale come la molto controversa scala European Nutriscore, sempre più produttori ci inviano prodotti che hanno riformulato per modificare i loro valori nutrizionali. Anche qui il gusto è fondamentale. Migliorare i valori nutrizionali di un prodotto utilizzando meno sale, zuccheri o grassi ha spesso un impatto importante sul gusto, che deve essere compensato in modi innovativi”.

Cos’è l’International Taste Institute

L’International Taste Institute, fondato nel 2005 e con sede a Bruxelles, in Belgio, valuta e certifica cibi e bevande di tutto il mondo. La sua giuria è composta da oltre 200 rinomati chef e sommelier di 15 associazioni culinarie e sommelier europee. L’International Taste Institute esegue una valutazione sensoriale: la sua giuria segue una rigorosa metodologia di degustazione alla cieca in cui i campioni di prodotto sono resi anonimi per evitare qualsiasi distorsione di punteggio. Oltre a valutare le prestazioni del prodotto secondo i cinque criteri sensoriali standard, la giuria fornisce commenti e suggerimenti per un ulteriore miglioramento del prodotto e per l’abbinamento alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *