dazi usa
trasformazione & dintorni

Calo delle esportazioni Usa, la reazione della International Dairy Foods Association: “Si rischia la stagnazione. Occorre intervenire”

Il 2023 è stato un anno debole per le esportazioni dairy degli Usa che sono diminuite del 7%, secondo i dati Usda, e dell’8% secondo il report Trade Data Monitor. Michael Dykes, presidente e amministratore delegato della International Dairy Foods Association (IDFA), ha commentato così le cifre: “I dati sulle esportazioni agricole del 2023 pubblicati dall’USDA offrono un quadro misto per il settore lattiero-caseario statunitense. Mentre l’agricoltura statunitense sta attraversando uno squilibrio commerciale, il settore lattiero-caseario statunitense è lieto di rappresentare un’eccezione e di godere di un considerevole surplus commerciale.

Tuttavia, il valore totale delle esportazioni lattiero-casearie statunitensi è diminuito di 1,5 miliardi di dollari, mentre il volume è calato del 7% nel 2023, sottolineando la chiara necessità che i funzionari commerciali statunitensi si concentrino sulla creazione di nuove opportunità di mercato preferenziali per i produttori e gli esportatori alimentari americani, ritenendo allo stesso tempo i partner commerciali responsabili delle regole. Ad esempio, le esportazioni verso il Canada non sono affatto vicine alle proiezioni promesse ai prodotti lattiero-caseari statunitensi nell’accordo USA-Messico-Canada a causa delle consistenti barriere erette dal governo canadese, che impediscono agli esportatori americani di riempire le loro quote tariffarie.

Inoltre, la domanda rimane debole in mercati chiave come Cina e Sud-Est asiatico, tra cui Filippine, Vietnam e Malesia, a dimostrazione della necessità di un approccio strategico al commercio con i mercati della regione dell’Asia Pacifico. Nel complesso, le esportazioni statunitensi di prodotti lattiero-caseari hanno registrato risultati migliori rispetto alla maggior parte delle altre materie prime, ma non stiamo raggiungendo le nostre capacità.

Il settore lattiero-caseario statunitense vanta l’impronta di carbonio più bassa a livello globale, mantiene prezzi competitivi e stabilisce standard di qualità in tutto il mondo. Tuttavia, la mancanza di opportunità di esportazione ostacola la nostra capacità di sfruttare questi punti di forza. Senza esportazioni, rischiamo la stagnazione, mettendo a repentaglio investimenti, posti di lavoro e futura competitività nel mercato globale. L’IDFA esorta i membri del Congresso e dell’Amministrazione a riunirsi su un’agenda commerciale realistica che dia priorità all’accesso preferenziale per le esportazioni lattiero-casearie statunitensi”.

Esportazioni Usa: chi è l’International Dairy Foods Association

L’International Dairy Foods Association (IDFA) rappresenta l’industria lattiero-casearia, che sostiene oltre 3,2 milioni di posti di lavoro e genera 794 miliardi di dollari in impatto economico complessivo. I diversi membri dell’IDFA spaziano da organizzazioni multinazionali a società con un solo stabilimento, da aziende lattiero-casearie e cooperative a rivenditori e fornitori di prodotti alimentari. Insieme, rappresentano la maggior parte del latte, del formaggio, del gelato, dello yogurt, dei prodotti fermentati e degli ingredienti lattiero-caseari prodotti e commercializzati negli Stati Uniti e venduti in tutto il mondo.