numeri, trend, fatti

Mercato dairy, c’è preoccupazione tra gli operatori. Raccolta latte a -2%, in Lombardia

Settimana di ripartenza per i prezzi di latte e crema, con pochi scambi dovuti alla scarsità di merce. Sul mercato dairy, soprattutto, si percepisce preoccupazione tra gli operatori, secondo l’analisi di Assocaseari. Burro e formaggi in fase di riflessione, polveri ancora nell’incertezza. Sul mercato europeo, scarse sia l’offerta che la domanda di latte. Leggermente in aumento il crudo tedesco che questa settimana è stato scambiato a 0,57 euro/kg partenza, lievemente in calo lo scremato tedesco, trattato a 0,26-0,27 euro/kg partenza. Sul mercato nazionale non si arresta la scalata dei prezzi del latte crudo che questa settimana è stato trattato a 0,62-0,645 euro/kg partenza, domanda sostenuta ma poca offerta; lo scremato, molto richiesto, è stato scambiato a 0,34-0,35 euro/kg. Raccolta in calo di circa il 2% in Lombardia, con titoli che si mantengono bassi.

Mercato dairy: torna a salire la crema di latte in Germania. Stop per il burro

Sul mercato Ue, la crema di latte tedesca, dopo tre settimane di stallo, ricomincia ad aumentare e va a 3,58-3,60 euro/kg franco arrivo, poca offerta, un po’ più di domanda. Qualche offerta dalla Francia a prezzi più bassi. In Italia, panna nazionale di qualità scambiata tra 3,55 e 3,60 euro/kg. Settimana di deciso arresto per le quotazioni ufficiali europee del burro. Kempten diminuisce di 0,06 euro il minimo e di 0,04 euro il massimo, che vanno rispettivamente a 7,14 e 7,25 euro/kg, media tedesca 7,195 euro/kg. Restano invariate l’Olanda a 7,27 euro/kg e la Francia a 7,79 euro/kg. La media a tre di questa settimana è 7,418 euro/kg e quella a due 7,233 euro/kg. Anche la quotazione del burro di centrifuga a Milano resta invariata a 7,18 euro/kg.

Polveri: lo scremato sale in Francia e scende in Olanda

Bollettini del latte in polvere scremato in aumento in Francia, in calo in Olanda e, per lo zootecnico, in Germania, stabile l’uso alimentare in Germania. L’intero resta invariato in Germania e in Francia, aumenta in Olanda. Siero in calo in Germania e Olanda, in aumento invece in Francia.

Formaggi, crescono Asiago e Pecorino Romano

Le quotazioni dei formaggi in Italia sono aumentate di 0,15 euro per il Pecorino Romano e l’Asiago a Milano, e di 0,05 euro per il Provolone Valpadana e il Monte Veronese a Verona. Nella Ue formaggi con prezzi in riflessione, comunque sempre intorno ai 5,00 euro/kg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.