granarolo
trasformazione & dintorni

Granarolo e Grana Padano: altri aiuti dal settore per la crisi umanitaria in Ucraina

Continuano le azioni del mondo lattiero caseario e del retail italiano a sostegno delle popolazioni colpite dalla guerra in Ucraina. Il Consorzio per la tutela del formaggio Grana Padano, tramite la Croce Rossa Italiana, storico partner nelle attività benefiche consortili, ha deliberato di inviare formaggio e aiuti sanitari alla popolazione ucraina per un valore di 200mila euro. “Vedere la sofferenza di civili inermi, di bambini, anziani e mamme ha indotto il nostro Consiglio di amministrazione ad un gesto di solidarietà che esce dal cuore di tutti noi – commenta il presidente del Consorzio, Renato Zaghini – Speriamo che le diplomazie e l’appello del Santo Padre pongano presto fine a questa immane tragedia e che le preghiere illuminino e rinsaviscano le menti degli aggressori russi”.

Anche Granarolo e Camst group, normalmente legati dai classici rapporti tra cliente e fornitore, si sono unite per portare un piccolo aiuto alla popolazione dell’Ucraina, dove oggi scarseggia tutto, anche il cibo. La grave situazione internazionale di guerra sta avendo ripercussioni in tutta Europa e nel mondo, spingendo istituzioni, enti, organizzazioni e aziende del mondo agroalimentare a trovare nuovi modi per essere vicini alle popolazioni civili coinvolte. Per questo Granarolo, come tantissime aziende del settore lattiero caseario, si è attivata organizzando un convoglio di tre tir con destinazione Ucraina, attraverso un canale attivato con partner logistici locali. Il carico di prodotti e beni di prima necessità è stato donato insieme a Camst group.

Nello specifico, Granarolo ha provveduto a far arrivare latte a lunga conservazione, latte per bambini e neonati, pasta e snack, mentre Camst group ha inviato prodotti in scatola, biscotti e merende, per un totale di circa 60 tonnellate di prodotti. Il trasporto dei prodotti è stato organizzato a tempo di record grazie a contatti sul campo di Granarolo, ovvero il supporto logistico e i mezzi di trasporto dei partner ucraini Rost e Silpo, due catene di supermercati, ed ha già raggiunto le proprie destinazioni: le città di Kharkiv, tra i primi a portare aiuti passando da Leopoli con trasbordo su treno, e Kiev.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *