SuperMercato

Gruppo VéGé devolve 500mila euro per aiuti umanitari alla popolazione ucraina

Le aziende del settore agroalimentare e della distribuzione cominciano a muoversi per portare sostegno alle zone colpite dal conflitto in Ucraina. Gruppo VéGé e le sue imprese associate, raccogliendo l’appello urgente lanciato dalle associazioni umanitarie, si sono impegnate a devolvere subito 500mila euro a favore degli aiuti umanitari alla popolazione ucraina.

Con questa decisione, Gruppo VéGé e le imprese associate intendono dare un segnale concreto di vicinanza a un popolo che sta vivendo giorni drammatici a causa del conflitto in corso. C’è bisogno di tutto: acqua, cibo, medicinali e assistenza sanitaria per poter soddisfare le necessità primarie di centinaia di migliaia di persone bloccate nelle zone di combattimento o sfollate nelle nazioni confinanti.

Lo stanziamento a favore dell’emergenza umanitaria in Ucraina è stato approvato da tutte le 31 imprese socie di Gruppo VéGé: American Cash, Asta, Bava, Bennet, Caputo Saverio & Figli, Caramico Gaetano & C., Centrodet, Coal, Colonial Sud, Dado, Detercart Lombardo, Erregi, F.lli Arena, F.lli Morgese, Gambardella, Gargiulo & Maiello, GDA, G.F.E. Distribuzione Associata, GRD, Grossy, Isa, Market Ingross, Migross, Moderna 2020, Multicedi, Multicedi MCN, Rossi, Scelgo, S.I.DI Piccolo, Supermercati Tosano Cerea e Vega.

“Ancora una volta, come in altre circostanze emergenziali, Gruppo VéGé e le imprese associate hanno scelto di essere vicine nel modo più concreto possibile alle esigenze della popolazione e delle organizzazioni impegnate sul campo a fornire soccorso e beni di prima necessità”, spiega Giovanni Arena, presidente di Gruppo VéGé. “Oltre alle manifestazioni di solidarietà e di sensibilizzazione, che rimangono molto importanti, è essenziale agire. Lo sentiamo come un dovere di solidarietà in linea con il sentire di tutti quei cittadini che ogni giorno ci scelgono, ci manifestano fiducia e ci considerano un punto di riferimento. In centinaia di punti di vendita VéGé, in tutto il territorio italiano, inoltre nei prossimi giorni, partirà l’attività Raccolta alimentare per i profughi. Essere per la pace significa prima di tutto poter fare qualcosa di concreto per chi è costretto a fuggire dai suoi affetti, dalle sue case, dal suo Paese. Accogliere significa prima di tutto donare. Gruppo VéGé e tutti i suoi clienti hanno sempre dimostrato di essere vicino a chi ha bisogno. Continueranno a farlo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.