agricoltura
enti & istituzioni

Farm to Fork: il parlamento Ue raccomanda sostenibilità e difesa degli agricoltori

Il Parlamento europeo ha approvato ieri le sue raccomandazioni per la nuova strategia Farm to Fork, il cui obiettivo dovrebbe essere quello di favorire la produzione alimenti più sani e sostenibili con un reddito equo per gli agricoltori. L’Europarlamento, nel testo licenziato, sottolinea l’importanza di regimi alimentari sostenibili, sani e rispettosi degli animali per conseguire gli obiettivi del Green Deal europeo, anche in materia di clima, biodiversità, inquinamento zero e salute pubblica. La risoluzione, non legislativa, è stata approvata con 452 voti a favore, 170 contrari e 76 astensioni.

Nel documento, gli eurodeputati hanno sottolineato la necessità di maggiore sostenibilità in ogni fase della filiera alimentare e hanno ribadito che tutti – dall’agricoltore al consumatore – hanno un ruolo da svolgere in tal senso. Affinché gli agricoltori percepiscano una parte equa dei profitti ottenuti da alimenti prodotti in modo sostenibile, gli eurodeputati hanno chiesto alla Commissione di intensificare gli sforzi, anche attraverso l’adeguamento delle regole di concorrenza, per rafforzare la posizione degli agricoltori nella filiera.

Nelle sue raccomandazioni, inoltre, il parlamento Ue ha chiesto di contrastare il consumo eccessivo di carne e di alimenti altamente trasformati ricchi di sale, zuccheri e grassi, anche fissando livelli massimi di assunzione. Quanto ai pesticidi e alla protezione degli impollinatori, il Parlamento intende migliorane il processo di approvazione e di monitorare il rispetto delle norme per proteggere gli impollinatori e la biodiversità, Secondo i parlamentari, inoltre, va rivisto il pacchetto Fit for 55, che deve prevedere norme e obiettivi ambiziosi per le emissioni derivanti dall’agricoltura e dal relativo uso del suolo, e criteri rigorosi per la produzione di energia rinnovabile a partire dalla biomassa, mentre i pozzi naturali di assorbimento del carbonio devono essere ripristinati e potenziati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *