Paolo Zanetti
la frase del giorno

Paolo Zanetti (Assolatte): “In soli quattro mesi abbiamo superato il miliardo di euro di vendite all’estero”

Il formaggio sta diventando uno dei più importanti protagonisti delle esportazioni italiane nel settore agroalimentare, con numeri da record, come spiega Paolo Zanetti, presidente di Assolatte. “La ripresa era nell’aria e ci sembra che il clima migliori di settimana in settimana, anche dove, per mesi, abbiamo sofferto. E non si tratta di un banale rimbalzo dopo le perdite registrate negli scorsi mesi. Viaggiamo a tassi medi di crescita del 10% rispetto al periodo precedente alla pandemia. In un solo quadrimestre abbiamo superato il miliardo di euro di vendite di formaggi all’estero. L’Italia, si dimostra paese vincente, non solo agli europei di calcio, ma anche nel campionato mondiale degli esportatori. E ben vengano nuovi strumenti e nuove collaborazioni pubblico-privato per dare un’ulteriore spinta all’export”. 

Così il presidente di Assolatte ha commentato i dati del primo quadrimestre per l’export di formaggi italiani, partito con un -76% a inizio anno e poi cresciuto con medie eccezionali. Tanto che, spiega l’associazione guidata da Paolo Zanetti, se il trend dovesse restare questo, il 2021 si chiuderà sfondando il tetto delle 40mila tonnellate di formaggi inviate oltre confine, record assoluto dell’export per il settore. Positivi i dati extra Ue, ma anche quelli del Vecchio Continente dove ad aprile si sono registrate crescite molto significative, come il 44,8% in Spagna o il +27,3% in Francia. Nel complesso, aprile si è chiuso con un +30% delle esportazioni. “Anche in Canada”, spiega Assolatte, le imprese italiane stanno mettendo a segno un risultato eccezionale dopo l’altro. Tanto che, a fine anno, si potrebbero sfiorare le 8mila tonnellate di formaggi esportati. La performance nazionale, nel primo quadrimestre dell’anno, mostra un aumento delle esportazioni vicino al 20%, cioè la variazione di gran lunga più significativa tra i Paesi del G7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *