trasformazione & dintorni

Arborea innova lo yogurt con A.Yo, il primo vasetto vaccino e ovino da latte 100% sardo

Ajo. Chiunque sia stato in Sardegna almeno una volta questa esclamazione la conosce benissimo. Si utilizza in una gran varietà di situazioni ma, volendo provare a codificarlo, il “Ditzionàriu in línia de sa limba e de sa cultura sarda” lo traduce con ‘orsù, suvvia’. Ma a prescindere dalla questione linguistica, ajo è senza dubbio un inconfondibile simbolo fonetico dell’isola. E così, unendo tradizione e prodotto, Arborea ha scelto A.Yo (Arborea yogurt) per il nome di una nuova gamma di yogurt bianchi decisamente innovativi. Si tratta infatti del primo yogurt prodotto con latte vaccino e ovino, declinato in quattro varianti: il bianco cremoso (in foto), il bianco cremoso dolce, con aggiunta di miele, il senza lattosio e il bianco cremoso con zero % grassi. Un mix che combina le proprietà nutrizionali e organolettiche del latte vaccino e la carica proteica di quello ovino. Il prodotto, confezionato in vasetti 100% riciclabili da 140 grammi, sarà in vendita da giugno.

Arborea: il fatturato 2020 supera i 190 milioni di euro

Il lancio di A.Yo è anche l’occasione, per il Gruppo sardo, di fare il punto sull’anno appena scorso e sulle prospettive di quello in corso. Il bilancio è di prossima approvazione, ma l’azienda ha già diffuso i risultati principali: il 2020 si è chiuso con 193,7 milioni di euro di fatturato (+5,9% sul 2019), il più alto dell’azienda in oltre 60 anni di storia. L’export è cresciuto del 35% a valore mentre le vendite nel mercato nazionale hanno registrato un 7,7% sul 2019. Nel 2020 è in crescita anche la raccolta di latte, con 206 milioni di litri nel vaccino, 7 milioni di latte caprino e 2 milioni di litri per l’ovino.

Per il 2021, infine, l’azienda stima una crescita del fatturato dell’1,7%, con la previsione di sfondare quota 200 milioni di euro nel 2022. Uno sviluppo che sicuramente rende Arborea una realtà sempre più interessante nel panorama lattiero caseario italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *