SuperMercato

Granarolo debutta in casa: aperta la ‘Bottega’ di Bologna

Il secondo negozio a marchio Granarolo Bottega, dopo quello di Milano, l’azienda lo ha aperto, nei giorni scorsi, proprio nella sua città, Bologna. Uno spazio di 170 mq in una delle vie centrali, via Irnerio, proprio a ridosso della zona universitaria, con un’area per il libero servizio di prodotti, freschi e non, e un banco taglio servito, dove acquistare, fra l’altro, i formaggi Granarolo, anche Dop. E’ questo il concept di Granarolo Bottega, negozio realizzato in ottica anti-spreco e dedicato alla vendita quasi esclusiva di prodotti del portafoglio Granarolo.

Il concept di Granarolo Bottega

Il nome “Bottega” è stato scelto, spiega una nota dell’azienda, “perché richiama il concetto di negozio di vicinanza, in forte rapporto con la tradizione, ma al centro del progetto c’è anche l’impegno del Gruppo sui temi della sostenibilità”. Il concept del punto vendita, infatti, è ideato anche per ridurre gli sprechi di prodotto a data corta, cui ogni azienda del settore food può andare incontro, e per consentire ai consumatori un risparmio sul prezzo a scaffale, che sarà significativo sui numerosi prodotti a scadenza ravvicinata presenti in apposite aree promozionali last minute. Il risparmio sarà anche energetico grazie alla scelta di banchi frigo di nuova generazione a basso impatto ambientale.

Granarolo Bottega Bologna si affianca al negozio di Milano, inaugurato a ottobre, e agli spacci sorti accanto agli stabilimenti produttivi del Gruppo rispettivamente di Bologna, Castelfranco Emilia (Mo) e Gioia del Colle (Ba). Veri e propri market del fresco a libero servizio in cui dipendenti Granarolo, consumatori privati e operatori del settore Horeca hanno già la possibilità di trovare a prezzi convenienti un ampio assortimento di prodotti del portafoglio Granarolo, oltre a una selezione di referenze diverse secondo la stagionalità. Granarolo Bottega Bologna diventerà anche un punto di sensibilizzazione sui raggiri, soprattutto nei confronti delle persone anziane, grazie alla distribuzione di cartoline contro le truffe promosse insieme alla Questura di Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.