enti & istituzioni

Piave Dop conquista due medaglie in Austria

Una medaglia d’oro e una d’argento per il formaggio Piave Dop alla 15esima edizione di Käsiade, concorso internazionale del formaggio che si svolge ogni due anni a Hopfgarten (Tirolo, Austria) e che vede la partecipazione di importanti eccellenze provenienti da ogni parte d’Europa.

All’edizione 2021 hanno infatti partecipato ben 455 specialità casearie selezionate, provenienti da 106 caseifici di otto nazioni differenti: Austria, Svizzera, Germania, Italia, Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Russia.

Il concorso: focus su gusto, odore e consistenza

Käsiade è una competizione tra specialisti nazionali ed internazionali del settore lattiero caseario nonché, da oltre 20 anni, un punto d’incontro per gli esperti e una piattaforma per la cultura del formaggio. Numerosi produttori e buongustai accolgono l’invito a questo evento per degustare formaggi, vino e birra e la manifestazione è da sempre anche un luogo che favorisce i contatti tra caseifici, gastronomia e mondo del commercio.

I formaggi e le varietà di burro di latterie, caseifici e produzione contadina vengono classificati da una giuria internazionale, che valuta soprattutto sapore e struttura dei prodotti. La classificazione in gruppi avviene secondo il metodo di produzione, ma anche in base a particolarità regionali e ai diversi gradi di maturazione. Il focus del giudizio è su gusto, odore e consistenza.

I premi per il formaggio Piave Dop

Anche quest’anno il formaggio Piave ha partecipato alla competizione ed è stato tra i protagonisti di questa manifestazione con ben due medaglie: un oro per il Piave Dop Vecchio “Selezione Oro” e una medaglia d’argento per il Piave Mezzano. Il formaggio è entrato così di diritto nella competizione finale per il premio come miglior formaggio di tutte le classi, il “Peak of Quality” che, per quest’anno, è rimasto in Austria, conferito al “Bio Wiesenmilch Almkäse” di Kärntnermilch reg.Gen.m.b.H di Spital an der Drau. Un risultato comunque importante per il Piave Dop perché per accedere alla competizione finale serve non soltanto che un formaggio sia impeccabile e buono, ma anche che abbia un carattere, una storia ed un gusto speciali.

In foto: Chiara Brandalise, direttrice del Consorzio, ritira il premio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *