SuperMercato

Carrefour, trimestre in crescita del 4%. In Francia pesano gli effetti del Green Pass

Trimestre di performance ‘solide’, quello annunciato oggi da Carrefour. Tenendo conto delle acquisizioni del gruppo, la crescita complessiva del retailer francese si attesta al 4%. Il colosso dei supermercati ha annunciato, nel terzo trimestre 2021, un fatturato di 20,4 miliardi di euro, in crescita dello 0,8%, a parità di punti vendita, soprattutto grazie alla buona performance registrate in America Latina, con le vendite aumentate del 7,3%, in particolare in Argentina e in Brasile, dove Carrefour può contare anche sulla controllata Atacadao. L’attività in Francia, invece, è leggermente diminuita, in particolare, segnala il Gruppo, per gli effetti del Green Pass. “Stiamo continuando a guadagnare quote di mercato nella maggior parte dei nostri paesi”, ha dichiarato il Ceo del Gruppo, Alexandre Bompard, in una nota. L’aumento incorpora l’effetto benzina, favorevole fino al +2% (aumento del prezzo del barile e ripresa dei volumi). In due anni, la crescita delle vendite ha raggiunto il 9,2% a parità di rete.

In Francia, che rappresenta il 48,3% dell’attività, il fatturato trimestrale è diminuito dello 0,3% in un anno su base organica, penalizzato dal -7,1% registrato nel commercio non alimentare. Il distributore è stato anche penalizzato da un’elevata base di confronto e dal calo delle presenze dell’ipermercato (vendite in diminuzione del 2,8%) dovuto all’introduzione della tessera sanitaria. Altrove, in Europa, la performance è mista: le vendite di Carrefour sono diminuite dell’1,2% in un anno, ma sono in aumento (+0,6%) rispetto al periodo pre-crisi.

Il gruppo è soddisfatto della situazione in Italia, dove i negozi stanno riprendendo a crescere grazie al piano di ristrutturazione, si legge in una nota del retailer. Carrefour ha anche confermato l’obiettivo di un free cash flow (free cash flow) “ben al di sopra di 1 miliardo di euro”. Il gruppo, che ha investito molto nella sua strategia digitale negli ultimi anni, e ha recentemente acquisito una quota di minoranza nella start-up di corriere espresso Cajoo, sta anche vedendo aumentare le vendite di e-commerce alimentari del 19%, pari a un raddoppio in due anni.

Infine, ad oggi, l’impatto dell’aumento dei prezzi delle materie prime ha avuto un effetto limitato sull’andamento del gruppo. In questa fase, Carrefour non prevede un effetto materiale dell’inflazione sulla sua performance annuale prevista per il 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *