cibus 2021
enti & istituzioni

Cibus 2021, i Consorzi: dal ricettario del Gorgonzola alla roulotte della Mozzarella di Bufala

Cibus 2021 aprirà a Parma martedì 31 agosto per chiudere venerdì 3 settembre. Organizzata da Fiere di Parma e Federalimentare, è la prima grande fiera internazionale a riaprire, con poco meno di 2mila aziende espositrici e oltre 500 nuovi prodotti da presentare agli operatori esteri e ai buyer italiani ed esteri.

“Si torna a fare fiere in Italia, per dimostrare ai mercati come si possa continuare a innovare, contribuire all’ambiente, conquistare nuovi mercati esteri e battere la contraffazione. A Cibus parleremo della omnicanalità, ovvero l’integrazione tra gli acquisti offline e on line, del rapporto tra territori e imprese in Italia e all’estero, delle start-up che stanno concretamente elaborando l’evoluzione dell’offerta food&beverage, di cosa sia effettivamente la filiera agroalimentare italiana, cioè un patrimonio delle decine di migliaia di imprese che dal Dopoguerra hanno portato in tutto il mondo i nostri brand e i nostri prodotti, molti dei quali Dop e Igp”, ha spiegato l’amministratore delegato di Cibus, Antonio Cellie.

Ma oltre alle aziende, il settore lattiero caseario a Cibus è rappresentato da una nutrita pattuglia di Consorzi di tutela. Alcuni hanno già annunciato le iniziative ideate per la manifestazione. Eccoli in dettaglio.

Il nuovo ricettario del Consorzio tutela Gorgonzola

Il Consorzio presenterà a Cibus 2021 il nuovo ricettario, in italiano e in inglese, che mette l’accento sulla capacità di un grande e storico formaggio come il Gorgonzola Dop di adattarsi alle esigenze dei tempi che corrono. Le 25 ricette inedite, con tanti piatti unici, dalla pizza alle insalate, pongono un’attenzione nuova a piatti internazionali come la Paella spagnola o il Poke hawaiano. E ancora, quiche e crepes come in Francia; cupcake, bagel e waffle tipici della tradizione culinaria anglosassone e mitteleuropea a dimostrazione della grande versatilità del Gorgonzola Dop. Il tutto senza dimenticare, naturalmente, la tradizione italiana.

Dove

Lo stand del Consorzio, completamente rinnovato per adeguarsi alle nuove normative, sarà a disposizione dei soci, dei loro ospiti e dei visitatori al Padiglione 2 Stand D 014

La Mozza-Mobile

Mozzarella di Bufala Campana: una roulotte a Cibus 2021

La Mozzarella di Bufala Campana Dop torna “on the road” con una novità: la “Mozza-Mobile”, la roulotte del Consorzio di Tutela, su cui viaggerà l’oro bianco. Allo stand si terranno dimostrazioni di filatura dal vivo e saranno organizzati cooking show incentrati sul racconto della versatilità in cucina della mozzarella Dop. In linea con il tema dell’innovazione scelto da Cibus, la Bufala Campana sarà rivisitata e diventerà un gelato con le creazioni dello chef fiorentino Simone Bonini, volto tv e pioniere dell’arte del gelato gastronomico in Italia. Bonini proporrà la mozzarella Dop in stick, abbinandola a un sorbetto di pomodoro: nasce così la “caprese” in versione gelato. Infine la Bufala sarà degustata accanto ad altri grandi prodotti Dop della cucina italiana.

Dove

Il Consorzio sarà presente con la “Mozza-Mobile” nel Padiglione 02 Stand G008.

Consorzio Parmigiano Reggiano: un nuovo progetto per il prodotto di montagna

Tra le iniziative che verranno presentate a Cibus 2021 c’è il progetto “Prodotto di Montagna – Progetto Qualità Consorzio”, che prevede una valutazione di qualità aggiuntiva da effettuarsi al ventiquattresimo mese di stagionatura con l’obiettivo di sostenere il valore aggiunto del formaggio prodotto in montagna, offrire ai consumatori ulteriori garanzie legate, oltre all’origine, anche alla qualità del formaggio, e dare maggiore sostenibilità allo sviluppo di questo ecosistema. Un’attività preziosissima dal punto di vista sociale per mantenere attiva la dorsale appenninica tra Bologna e Parma grazie al lavoro nelle foraggere e in caseificio. Il Consorzio esporrà inoltre il progetto Parmelier, corso di degustazione aperto a tutti (chef, consumatori e operatori del settore) per conoscere meglio la Dop. Un progetto di divulgazione e formazione che permetterà ai partecipanti di scoprire le unicità del prodotto e, soprattutto, di conoscere meglio, gustare e apprezzare il Parmigiano Reggiano. Il corso, che partirà in autunno, prevede un ciclo di lezioni in presenza che includeranno momenti di degustazione e lezioni di analisi sensoriale dedicate agli aspetti di assaggio. I primi eventi in calendario si terranno a Milano, Roma, Bologna e Torino.

Dove

Il palcoscenico del Parmigiano Reggiano sarà al Padiglione 2, stand B014.

Consorzio Grana Padano: a Cibus 2021 sarà protagonista il territorio

Il Grana Padano Dop si racconterà attraverso il suo territorio con l’esposizione delle forme provenienti da tutte le 13 province che caratterizzano la zona di produzione, rispettando ogni passaggio di filiera con estrema cura per arrivare ad un’eccellenza gastronomica indelebile nel tempo. Momenti come la battitura di una forma, ad esempio, che è uno dei gesti che più identificano il lavoro nei caseifici, perché si verifica se almeno nove mesi di stagionatura hanno creato un grande formaggio degno di ricevere il marchio Grana Padano Dop ed essere degustato sulle tavole di case e ristoranti in tutto il mondo. Suono che per il pubblico è divenuto una musica, che da poche battute accende una danza, come racconta lo spot on air del Grana Padano. Accanto alle degustazioni, saranno proposte ricette adatte ad ogni appuntamento col gusto e seguendo la filosofia dell’anti spreco.

Dove

Lo spazio del Consorzio, realizzato nell’assoluto rispetto di tutte le norme anti Covid e dei protocolli definiti dall’Ente Fiera, è al Padiglione 2stand G002.

Consorzio tutela Montasio: in primo piano la ‘Quality Gold’

Il Montasio Dop, il tipico formaggio a pasta dura prodotto in Friuli Venezia Giulia e parte del Veneto Orientale, porta i suoi sapori a Cibus. Una Dop che, nelle sue diverse tipologie e stagionature, sa offrire una combinazione armoniosa di profumi, sapori e valori nutritivi. Tra tutti, è il Montasio di media stagionatura uno dei prodotti più ricercati, tanto che il Consorzio ha deciso di valorizzarlo ulteriormente con il sigillo ‘Quality Gold’, un marchio di qualità “superiore” impresso a fuoco che certifica ogni singola forma dopo 100 giorni di lenta e controllata stagionatura. 

Dove

Al Padiglione 02, Stand C044 – il Consorzio di tutela del formaggio Montasio Dop presenta tutto il potenziale di questa eccellenza gastronomica e artigianale del territorio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *