Extra

Gdo: fatturati ancora giù. La settimana 17-23 maggio si è chiusa a -3,78% nel totale Italia

Per la Gdo, la settimana dal 17 al 23 maggio si è chiusa con un calo di fatturato del 3,78% nel totale Italia, secondo le rilevazioni diffuse da Nielsen. Un dato che porta il trend dell’anno a -4,11%, con un solo numero positivo: +0,35% nel progressivo del 2021. Non c’è da stare allegri in nessuna delle quattro aree in cui Nielsen divide il mercato, ma sicuramente a soffrire di più sono i punti vendita in area uno, che chiudono a -5,56%. In area due il dato è -3,56%, in area tre si recupera leggermente con un -2,87% che migliora ancora in area 4 (-1,32%.) Le riaperture che stanno caratterizzando queste settimane, e ancora più lo faranno nelle prossime, pesano in maniera significativa sui risultati della Gdo. E questo non stupisce nessuno: il dato era atteso e mostra una generale voglia di ripresa e di out of home che farà bene all’economia di tutto il Paese. Ma, fatte salve queste considerazioni generali, resta sul piatto l’incredibile pressione promozionale applicata dalla gran parte delle insegne italiane e la corsa all’ultimo cliente che, però, non sembra aver portato grande innovazione nei punti vendita e, in generale, nell’approccio al consumatore. Tra tutti, continuano a distinguersi per risultati e innovazione i discount, soprattutto nel caso di certe insegne, che crescono sempre di più nella considerazione dei clienti e nei numeri. Tanto che, forse, varrebbe la pena cominciare ad approfondirne i numeri in maniera un po’ diversa, non solo classificandoli alla voce ‘discount’.

Come sempre avviene durante le grandi crisi, sul campo resteranno probabilmente solo i migliori. Ma la vera partita, forse, si è già giocata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *