latticini
trasformazione & dintorni

Formaggi: cosa cercheranno i consumatori, nel 2024?

I formaggi offrono ai consumatori gusto, valore nutritivo, versatilità, praticità e molto altro. Ma come andrà il mercato nel 2024? E usa cercheranno i consumatori? Lactalis Uk&Ireland ha provato a rispondere a queste domande in un momento complesso come l’attuale dove comunque la crisi del costo della vita, l’inflazione e la Brexit non hanno sorprendentemente influenzato la frequenza con cui i consumatori inglesi acquistano il formaggio.

Heloise Le Norcy-Trott, direttore marketing del gruppo Lactalis UK & Ireland, spiega: “Dopo due anni di vendite a volume contratto, il mercato del formaggio ha l’opportunità di riprendere slancio. Guardando al 2024 e oltre, queste sono le tendenze di cui riteniamo che i rivenditori dovrebbero essere a conoscenza”.

Tornano i formaggi di marca

Quando la crisi del costo della vita nel Regno Unito è iniziata, alla fine del 2021, la restrizione dei budget ha successivamente portato a comportamenti di risparmio sui costi da parte dei consumatori, incluso il passaggio di molti a prodotti Mdd. Anche se il Regno Unito non è fuori pericolo, c’è motivo di essere ottimisti per il 2024 secondo Lactalis. La Banca d’Inghilterra ha previsto che l’inflazione continuerà a scendere nel 2024 e l’indice di fiducia dei consumatori dovrebbe aumentare rispetto all’anno scorso. Di conseguenza, si preved una ripresa della quota di mercato per i formaggi di marca poiché le pressioni sulla spesa degli acquirenti si allentano, soprattutto per i tipi di formaggio in cui qualità e gusto vengono enfatizzati, come quello continentale. Nell’ambito di questa ripresa, sarà fondamentale abbracciare l’innovazione per riportare l’entusiasmo nella categoria: che si tratti di sapori alternativi o di categorie in crescita come il formaggio piccante, lo sviluppo di nuovi prodotti consente ai marchi di differenziarsi offrendo qualcosa di diverso.

La premiumizzazione guida la crescita

Anche se i prezzi dei generi alimentari sono in aumento, la premiumizzazione ha ancora il potenziale per stimolare la crescita del mercato. Ciò probabilmente deriverà da una combinazione di nuove e vecchie abitudini di consumo: l’esplorazione di nuovi modi di consumare il formaggio, come gustarlo caldo e utilizzarlo in diverse ricette, e la riscoperta di varietà apprezzate in precedenza. Dato che il formaggio è un alimento base, è importante che l’industria e i rivenditori continuino ad adattare, espandere e innovare la propria offerta nei prossimi mesi, per soddisfare le mutevoli richieste dei consumatori man mano che gli acquirenti tornano al formaggio.

Formaggi come fonte di proteine

C’è un crescente interesse su come ciò che mangiamo e beviamo influisce sul nostro corpo, con oltre la metà dei consumatori che leggono sempre più le etichette dei prodotti. Pertanto, una tendenza a cui prestare attenzione è che i consumatori ricercano il formaggio per i suoi benefici nutrizionali. Ad esempio, il formaggio è ricco di nutrienti essenziali, come le proteine. A differenza di alcune proteine di origine vegetale, il formaggio contiene tutti i nove aminoacidi essenziali (gli elementi costitutivi delle proteine) di cui il nostro corpo ha bisogno. Le proteine sono vitali per molte diverse funzioni del corpo, tra cui la costruzione e il mantenimento dei muscoli e il sostegno della salute delle ossa, ma anche per aiutare a produrre altri tessuti e organi del corpo, gli anticorpi del nostro sistema immunitario e l’emoglobina, un’importante proteina che trasporta l’ossigeno nel sangue.

Piaceri quotidiani e occasioni speciali

Con il ritorno della fiducia, è probabile che gli acquirenti siano disposti a spendere di più per il formaggio come confort food. E non solo nel periodo che precede Natale, come visto negli ultimi due anni, ma tutto l’anno, gustando confezioni premium nonché specialità di formaggi a pasta dura e morbida, come prelibatezze momenti e festeggiamenti con la famiglia e gli amici. La pressione sui costi fa sì che i consumatori trascorrano più “grandi serate”, che spesso rappresentano occasioni importanti per mangiare formaggio.

Crescita del formaggio consumato caldo

Il formaggio da consumare caldo è attualmente una delle categorie di maggior successo, poiché offre soluzioni veloci e gustose per pranzi e cene e un’altra area in cui i rivenditori possono incoraggiare la premiumizzazione.

I formaggi come alternativa alla carne

Il formaggio è un ingrediente importante nelle ricette di molti piatti popolari senza carne, mentre i formaggi caldi offrono ai consumatori un gustoso sostituto vegetariano della carne che possono gustare in qualsiasi momento, attirando allo stesso tempo i consumatori che cercano di ridurre il consumo di carne, come fonte alternativa di proteine.

Formati convenienti

È probabile che i consumatori a corto di tempo siano attratti dal cucinare con il formaggio utilizzando opzioni che fanno risparmiare tempo, come i formati grattugiato e affettato, che hanno visto aumentare le vendite con la normalizzazione dei modelli di lavoro. Affettati e grattugiati, seconda sottocategoria di formaggi del Regno Unito dopo il cheddar in blocchi, sono aumentati del +16% e sono diminuiti solo del -0,5% in volume, in linea con la tendenza generale del formaggio. Il cheddar grattugiato ha registrato un aumento proporzionalmente maggiore rispetto al cheddar in blocchi, probabilmente a causa del suo aumento relativamente inferiore del prezzo medio, ma anche della sua comodità.

Maggiore personalizzazione

È probabile che i nuovi consumatori che entrano nel mercato cerchino modi per esprimere la propria individualità e personalizzare il modo in cui utilizzano il formaggio, in base alla fantasia e alle preferenze personali. Poiché questi acquirenti riconoscono il potenziale della ricetta per il formaggio e le varietà disponibili, possiamo aspettarci una maggiore creatività nel suo utilizzo nei piatti pianificati e nell’utilizzo del formaggio avanzato. Oltre alla crescente gamma di ricette disponibili online, TikTok e altri social media avranno un impatto sempre maggiore sui gusti e sull’utilizzo del formaggio da parte delle persone.

Con la richiesta di indulgenza a prezzi accessibili che guida la categoria, possiamo aspettarci un offuscamento della distinzione tra specialità, tutti i giorni, e formaggio da ricetta, e gli amanti del formaggio lo “mescolano” con prelibatezze come il brie sul pane tostato. Sebbene sia improbabile che i consumatori britannici abbandoneranno il cheddar come formaggio preferito della nazione, vorranno ampliare sempre più il loro repertorio.