trasformazione & dintorni

Il mascarpone Lattebusche firma il Tiramisù più buono del mondo

Il mascarpone Lattebusche firma il Tiramisù più buono del mondo. Ed è ormai una tradizione che prosegue da sei anni la scelta fatta dalla Tiramisù World Cup, evento internazionale che premia i non-professionisti appassionati di uno dei dolci italiani simbolo. Fondamentale per salire sul podio la qualità di uno degli ingredienti cardine della ricetta, con la cooperativa bellunese che sale sul podio tanto grazie alla proposta originale, quanto con la variante creativa che hanno trionfato nel contest.

Alla Tiramisù World Cup il mascarpone Lattebusche sale sul podio con le ricette originali e quelle creative

Da ormai sei anni, che venga usato nel “Tiramisù più buono del mondo” nella sua ricetta originale oppure in quella creativa, il mascarpone Lattebusche è diventato un elemento imprescindibile della Tiramisù World Cup. 

La “sfida più golosa dell’anno” anche in quest’edizione ha visto centinaia di “chef” in gara, tutti con al tavolo il freschissimo prodotto della cooperativa bellunese, pronto per essere utilizzato secondo dosi e gusti differenti.

“Quello con Lattebusche è un sodalizio storico che ci riempie di orgoglio, non solo per la sinergia negli intenti ma anche per la condivisione di valori imprenditoriali che ci accomunano”, spiega Francesco Redi di Twissen, organizzatrice della rassegna. 

“La genuinità e la valorizzazione del territorio sono elementi chiave anche per la TWC, che sta crescendo ogni anno di più”.

Alla Tiramisù World Cup il mascarpone Lattebusche sale sul podio con le ricette originali e quelle creative del più buono del mondo.

A fargli eco Matteo Bortoli, responsabile Marketing e Comunicazione di Lattebusche: 

“La nostra Cooperativa mantiene da sempre un forte legame con il territorio, in quanto è la fonte della nostra materia prima, il latte locale dei nostri soci allevatori che utilizziamo per produrre tutte le nostre specialità, tra cui naturalmente il mascarpone che ogni anno riscuote tanto successo tra i concorrenti della Tiramisù World Cup”.

In gara da oramai sei anni, il mascarpone Lattebusche ha dato prova di poter essere declinato in centinaia di ricette differenti che i partecipanti della Tiramisù World Cup hanno proposto, secondo i propri gusti e le proprie fantasie. 

Quest’anno, oltre alla vittoria di Giuseppe Salvador, veneziano, che ha trionfato nella ricetta originale, si è vista la giovanissima Marina Summa di Novara realizzare e vincere la competizione con il Tiramisù al cannolo siciliano: un utilizzo decisamente innovativo della crema al mascarpone, coniugata con gli altri ingredienti (uova, zucchero, savoiardi, caffè e cacao), insieme a scorza d’arancia candita e pistacchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *