trasformazione & dintorni

Il Burro 1889 delle Fattorie Fiandino sale in cattedra il 5 settembre

L’Azienda Agricola Fiandino porta in cattedra il suo Burro 1889. Una referenza unica, parte della “Linea Pasticceria” della realtà piemontese guidata da Egidio e Mario Fiandino che, da molti anni, ha scelto di allevare esclusivamente animali di razza “Bruna italiana”. Presso In Cibum, Scuola di Alta Formazione Gastronomica del Mezzogiorno d’Italia, a tenere lezione il prossimo 5 settembre sarà il Maestro Antonino Maresca, che condurrà i presenti alla scoperta degli utilizzi del burro in pasticceria, a partire da nuovi e interessanti spunti nel suo utilizzo.

A scuola di pasticceria con il Burro 1889 delle Fattorie Fiandino: la lezione di Antonino Maresca da In Cibum il 5 settembre

Un’occasione davvero unica, dunque, per comprendere tutte le sfumature di un prodotto e di una gamma pensata appositamente per gli utenti professionali, pasticceri e cuochi in primis, alla ricerca di prodotti di altissima qualità.

Il prezioso latte 100% italiano e le 72 ore di riposo delle panne, un tempo straordinariamente lungo, sono il segreto del Burro 1889 delle Fattorie Fiandino, referenza ovviamente di centrifuga.

Un protagonista essenziale delle preparazioni di alta pasticceria, consigliato dal Campione del Mondo di pasticceria Diego Crosara, nonché da Giuseppe e Prisco Pepe e da Alessandro Racca, oltre che dal relatore della lezione, Antonino Maresca.

A scuola di pasticceria con il Burro 1889 delle Fattorie Fiandino: la lezione di Antonino Maresca da In Cibum il 5 settembre.

Morbido, sempre spalmabile, con profumi di panna e ricco in vitamine A, D ed E, il Burro 1889 in pani, nei formati da 1, 5 e 25 kg, è suggerito per preparare biscotti, torte, crostate, croissant, panettoni ed altri prodotti di pregio dell’arte bianca. Per una referenza disponibile anche in versione Salata, con il sale marino integrale della Saline Culcasi, presidio Slow Food.

Ma il Burro 1889 delle Fattorie Fiandino è proposto anche nella variante Piatto, dove conserva tutte le caratteristiche qualitative in un formato ideale per le lavorazioni di pasticceria quali la produzione di pasta sfoglia e croissant. La sua estrema lavorabilità, infatti, garantisce una stratificazione più precisa e di conseguenza una migliore sfogliatura e sviluppo durante la cottura. 

Ai professionisti interessanti a scoprire di più, non resta che segnare in calendario l’appuntamento del prossimo 5 settembre. Per informazioni in merito all’evento è possibile scrivere a marketing@fattoriefiandino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.