numeri, trend, fatti

Latte, prezzi invariati sui mercati, in Europa. Raccolta stazionaria in Italia

Grande incertezza sui mercati del latte nella settimana che ha preceduto la Pasqua, secondo l’analisi degli esperti di Assocaseari, con prodotti che salgono ancora, altri stabili e altri ancora in flessione. Sul mercato europeo, i prezzi del latte sono rimasti invariati, con il crudo intero tedesco trattato ancora a 0,56 euro/kg e lo scremato a 0,28-0,29 euro/kg partenza. Sul mercato nazionale domanda buona, latte crudo scambiato a 0,53-0,535 euro/kg partenza, scremato in leggera flessione. La raccolta è stazionaria e i titoli buoni, sui livelli primaverili.

Buona la domanda di panna nazionale

Sul mercato Ue, crema di latte tedesca trattata sui valori della fine della scorsa settimana a 3,56-3,58 euro/kg franco arrivo. In Italia, buona la domanda di panna nazionale di qualità che è scambiata a valori pari o leggermente più bassi rispetto alla settimana precedente. Forse per effetto delle festività Pasquali, si sono viste dopo mesi alcune frecce rosse sui bollettini europei del burro. Kempten diminuisce di 0,20 euro sia il minimo che il massimo, oggi rispettivamente 7,00 e 7,20 euro/kg, media tedesca 7,10 euro/kg. L’Olanda cala di 0,10 euro portandosi a 7,25 euro/kg, mentre la Francia resta invariata a 7,34 euro/kg. La media a tre di questa settimana è 7,23 euro/kg e quella a due 7,175 euro/kg. La quotazione del burro di centrifuga a Milano aumenta di 0,07 euro e si porta a 7,15 euro/kg, in linea con la media Europea e con le quotazioni che si sentono sul mercato, tranne che per qualche offerta di burro polacco e tedesco.

Polveri di latte, crescono i bollettini

I bollettini del latte in polvere sono aumentati per l’intero in tutti e tre i Paesi presi in considerazione e per lo scremato ad uso alimentare in Germania e Francia; resta invece invariato lo scremato per uso alimentare in Olanda e quello per uso zootecnico in Germania e Olanda. I bollettini del siero sono aumentati in Germania per l’alimentare, in Francia e in Olanda, ma sono calati in Germania per lo zootecnico.

Formaggi, quotazioni nazionali in aumento

Quotazioni nazionali dei formaggi in aumento per il Grana Padano a Milano, Verona, Cremona e Mantova, il Pecorino Romano e l’Asiago pressato fresco a Milano, il Provolone Valpadana e il Montasio a Verona e il Gorgonzola a Novara. Quotazioni medie europee in aumento per l’Edamer che sale a 4,36 euro/kg e il Cheddar a 3,80 euro/kg, in calo invece il Guoda che va a 4,18 euro/kg e l’Emmentaler a 5,08 euro/kg. I prezzi di mercato restano ben più alti, tutti sopra i 5,00 euro/kg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.