enti & istituzioni

Origin Ue: Leo Bertozzi sarà il rappresentante per l’Italia nel nuovo board dell’associazione

Saranno la competenza e la grande esperienza di Leo Bertozzi, membro di Origin Italia, a rappresentare l’Italia nel nuovo board di Origin Europa, l’associazione che riunisce oltre 250 Indicazioni Geografiche europee, con l’obiettivo di far emergere le esigenze delle Ig. Un settore, quello della qualità certificata, in cui l’Italia è leader con 841 prodotti agroalimentari e vitivinicoli, fra Dop, Igp, Stg, per un valore alla produzione di 16,6 miliardi di euro. La nomina avviene nel quadro della riorganizzazione decisa da Origin Ue, che ha deciso di darsi una nuova struttura, per garantire una migliore rappresentanza dei Paesi e delle Indicazioni geografiche attualmente membri e far emergere la loro voce attraverso le organizzazioni nazionali. Presidente di Origin Eu, invece, è stato nominato Charles Deparis, produttore francese di latte crudo per le Dop “Pont-l’Evêque” e “Camembert de Normandie”.

La nuova governance intende anche fornire a Origin Eu tutti gli strumenti per accrescere il proprio impatto a Bruxelles, dove sono attualmente discusse le questioni strategiche relative alle Ig: la riforma dei regolamenti delle indicazioni geografiche dell’Ue, le modifiche alla politica di promozione, la revisione delle regole sull’informazione ai consumatori e i negoziati internazionali e bilaterali. Questioni sulle quali ci sono controversie, sopratutto in ordine alla riforma dei regolamento sulle Ig e alle politiche promozionali, ancora di più per quanto riguarda le Ig di origine animale. “Sono molto orgoglioso della nuova governance di Origin Eu. Innanzitutto perché apre la strada a obiettivi politici più ambiziosi e, di conseguenza, alla sua crescita in termini di gruppi di Indicazioni geografiche, anche di Paesi oggi non rappresentati. D’altra parte, la nuova struttura rappresenta un modello per gli altri membri nel mondo che, in stretta collaborazione con Origin, intendono stabilire un’antenna regionale in altre aree”, ha commentato Riccardo Deserti, presidente di Origin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *