trasformazione & dintorni

Inalpi: un motore elettrico per ridurre le emissioni durante la raccolta del latte

Il tema delle emissioni nel settore lattiero caseario è senz’altro uno dei nodi essenziali sulla strada verso la sostenibilità. Per questo, Inalpi ha introdotto nella sua filiera una novità che consente di ridurre le emissioni durante le operazioni di caricamento del prodotto. La novità, entrata in funzione proprio in questo periodo, riguarda i camion-cisterna che raccolgono il latte nelle campagne piemontesi e lo consegnano al sito Inalpi di Moretta (Cn). Il funzionamento è semplice: all’arrivo in azienda, il trasportatore spegne il motore del mezzo attivando uno speciale motore elettrico installato a bordo, alimentato da una batteria al litio. Il travaso del latte avviene così in modalità ecologica, con diversi vantaggi: poco rumore, minor tempo per il pompaggio, risparmio energetico e soprattutto, zero emissioni.

L’iniziativa, che coinvolge i produttori Compral e Inalpi di Moretta, è stata ideata dall’azienda di trasporto Delfino di Bernezzo, storico partner di fiducia della cooperativa di conferenti. Spiega Marco Delfino, contitolare dell’attività con il cugino Enrico: “Da tempo avevamo allo studio un sistema innovativo per rendere più sostenibile l’operazione di caricamento che, in media, dura una ventina di minuti presso ogni stalla. Abbiamo cercato e trovato il motorino adatto e la batteria al litio che garantisce l’alimentazione per l’intera giornata. Fatte tutte le sperimentazioni del caso, siamo partiti con il primo mezzo. Il test è stato positivo e abbiamo dotato del marchingegno l’intera flotta. Il risparmio di carburante diesel è calcolato in dieci litri al giorno per mezzo”.

Si tratta di una iniziativa che segue la direzione green impressa dall’azienda cuneese: attualmente oltre l’80% dei soci Compral utilizza fonti rinnovabili. Una scelta possibile grazie alle tecnologie aziendali utilizzate, biogas e fotovoltaico in primis, e ai certificati bianchi riconosciuti nell’ambito dell’accordo operativo stabilito tra Compral-Latte e la società saluzzese eViso. Anche la logistica dei trasporti si è adeguata: i camion-cisterna seguono infatti percorsi studiati per limitare il chilometraggio. La tracciabilità degli spostamenti è monitorata, dalla stalla alle torri del latte di Moretta, attraverso il Gps. L’impegno sottoscritto tra Compral e Inalpi per la sostenibilità ha anche un nome e un logo: Milk Plus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.