SuperMercato

Nuovo Ceo per Amazon, Jeff Bezos si ritira a fine 2021

L’annuncio è “shock” perché raro vedere abbandonare il timone al capitano e fondatore di un impero della magnitudo di Amazon. Invece è successo. Jeff Bezos, ceo di Amazon, lascerà la carica nel terzo trimestre di quest’anno. Ed è già stato scelto il sostituto: Andy Jassy, attualmente ceo di Amazon Web Services (Aws). L’avvicendamento avverrà in questi termini e con un così largo anticipo nell’annuncio.

Bezos ha affidato le sue spiegazioni in una e-mail: “Essere l’amministratore delegato di Amazon è una responsabilità profonda e consuma. Quando si ha una responsabilità del genere, è difficile prestare attenzione ad altro. In qualità di presidente esecutivo rimarrò impegnato in importanti iniziative di Amazon, ma avrò anche il tempo e l’energia di cui ho bisogno per concentrarmi sul Day 1 Fund, il Bezos Earth Fund, Blue Origin, The Washington Post e tutte le altre mie passioni”.

Bezos sostanzialmente fa un passo indietro per dedicarsi ad altri progetti che lo appassionano di più, evidentemente. E questo avviene dopo che ha servito come amministratore delegato di Amazon ininterrottamente dal 1994, quando cioè ha fondato la società. In 27 anni ha creato il gigante dell’e-commerce occidentale, sulle basi di uno sito di vendita di libri. Negli ultimi 15 anni Amazon si è consolidata tra le aziende tecnologiche più influenti.

Sotto la guida di Bezos, Amazon è arrivata a governare l’e-commerce , si è affermata come spina dorsale dell’infrastruttura del web moderno attraverso la piattaforma Web Services, ha costruito un impero in fatto di abbonamenti ai servizi Prime, ha sviluppato e distribuito prodotti innovativi come Echo, Kindle e Fire Tv, ha persino dato vita al commercio elettronico del food “fresco” e a nuove modalità di logistica e consegne. E negli Stati Uniti è entrato nella vendita al dettaglio fisica attraverso i negozi di alimentari e l’acquisizione di Whole Foods. In Italia Amazon ha appena varato Fresh, con la consegna a casa della spesa in giornata.

Tutto questo ha reso Bezos uno degli uomini più ricchi al mondo con un patrimonio di 180 miliardi di dollari; fino a poche settimane fa era l’essere umano più ricco sulla Terra.

Il nuovo orizzonte di Amazon punta al cloud 

Il passaggio di Bezos a presidente esecutivo del consiglio di amministrazione di Amazon significherà che sarà leggermente più lontano dalle attività quotidiane di gestione dell’azienda che vale circa 1,7 trilioni di dollari. Questo creerà spazio nelle sue giornate per concentrare energie e attenzioni su nuovi prodotti e iniziative ancora in fase germinale”. Come si legge nella mail, si tratta del Bezos Earth Fund da 10 miliardi di dollari (istituito nel 2020), e Blue Origins, la società aerospaziale che alla fine dell’anno scorso ha ripreso i voli di prova.

Dal canto suo, Andy Jassy non è nuovo in azienda dato che ne fa parte dal 1997. Ha guidato il team di Amazon Web Services sin dalla sua fondazione nel 2003 ed è stato nominato ceo di Aws nel 2016. La scelta di nominare Jassy, rispetto a una figura dirigenziale con capacità di vendita al dettaglio o di sviluppo hardware, è indicativo delle priorità attuali di Amazon come azienda. In una parola: cloud.

Aws è una gigantesca porzione di Amazon, per la verità di Internet nel suo complesso, e la scelta di Jassy fa riflettere perché è speculare alle scelte fatte nel 2014 da Microsoft, quando ha nominato Satya Nadella come ceo, ossia una figura centrata sul cloud computing e sulla diffusione dei servizi in modo indipendente dalla piattaforma hardware o software di fruizione.

Ci sarà tutto il tempo per capire come cambierà Amazon con l’arrivo di Jassy, nel frattempo Bezos sarà al timone fino al terzo trimestre del 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *