enti & istituzioni

Produzione 2020 in crescita per Asiago (+11%) e Gorgonzola (+1,49%)

Due formaggi molto diversi accomunati da crescite di produzione e consumi nel 2020, nonostante il difficilissimo contesto mondiale. Per l’Asiago, si tratta di una “crescita responsabile“, come la definisce il Consorzio, che ha “risposto in maniera proattiva alle nuove esigenze e agli effetti della pandemia con un aumento della produzione complessiva dell’11%”, mentre per il Gorgonzola la crescita è più moderata (1,49%) ma conferma un trend di crescita costante, che non si ferma da ben 12 anni.

L’Asiago Dop premiato dai consumatori

Nel 2020 l’Asiago Dop ha registrato un aumento dei consumi, a volume (+2,2%) e a valore (+3,4)

Nonostante il crollo della spesa per il fuori casa (-48%) e sulla scia, invece, dell’incremento dell’acquisto domestico (+7%) e dell’e-commerce (+39%), nel 2020 l’Asiago Dop ha registrato un aumento dei consumi, a volume (+2,2%) e a valore (+3,4). Grazie al lavoro dei soci, la produzione ha raggiunto le 1.427.456 forme di Fresco (+6% rispetto al 2019) e le 306.241 di Stagionato, che crescono del 42% rispetto al 2019. Segno che, nel ‘nuovo carrello’, l’Asiago Dop ha rappresentato una scelta sicura e di valore, che ha accompagnato le nuove modalità di consumo, prima fra tutte l’aumento dei pasti in casa e della cucina. Premiata sia la tipologia Fresco, che cresce del 3,3% sia quella dello Stagionato, che mette a segno un aumento in doppia cifra: +25,5%. Proprio la valorizzazione delle più lunghe stagionature, nelle tipologie Asiago Dop Stagionato Mezzano (stagionatura 4-10 mesi), Vecchio (da 10 a 15 mesi) e Stravecchio (oltre i 15 mesi), è uno dei punti centrali del nuovo disciplinare di produzione, che ha introdotto requisiti sempre più stringenti in ordine alla qualità.

“Nel 2021, anche grazie alle novità introdotte nel disciplinare di produzione, lavoreremo per cogliere le nuove prospettive di mercato, valorizzando e tutelando gli aspetti distintivi della Dop”.

Fiorenzo Rigoni, presidente del Consorzio Tutela Formaggio Asiago

Gorgonzola in crescita costante da 12 anni

Nel 2020 il Gorgonzola ha raggiunto la ragguardevole cifra di 5.100.423 forme prodotte, l’88,7% della tipologia Dolce e il restante 11,3% di Piccante (576.877 forme).

Nel 2020 il Gorgonzola ha raggiunto la ragguardevole cifra di 5.100.423 di forme prodotte, che rappresentano il 5,18% rispetto al 2018. Il solo mese di gennaio ha fatto registrare il record mensile (492.269 forme) degli ultimi cinque anni. Quanto alle due tipologie, Dolce e Piccante, la prima ha recitato come sempre la parte del leone, assorbendo l’88,7% della produzione, mentre il restante 11,3% delle forme è stato destinato al Gorgonzola Piccante (576.877 forme).

Buoni anche i risultati dell’export, cresciuto del 2,85% rispetto al 2019 nonostante la sofferenza del canale Horeca. Le forme destinate alle esportazioni, per l’85% in paesi Ue, sono state 1milione 603mila. Note dolenti solo dal Regno Unito, dove si registra un brusco calo pari a -21,26%, “in larga parte imputabile – spiega il Consorzio – alle politiche della Brexit“.

“Non era così scontato, nell’anno contrassegnato dallo scoppio della pandemia da Covid, – commenta il presidente del Consorzio, Antonio Auricchio – riuscire a mantenere il segno positivo nella produzione e nelle esportazioni. Seppur con aumenti più contenuti, la produzione di Gorgonzola Dop si è mantenuta ben al di sopra del tetto dei 5 milioni di forme, raggiunto per la prima volta nel 2019, confermando il trend in costante crescita degli ultimi 12 anni”.

One thought on “Produzione 2020 in crescita per Asiago (+11%) e Gorgonzola (+1,49%)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *