latte
trasformazione & dintorni

Lactalis Italia: nasce il team dedicato a benessere animale e sostenibilità in stalla

Lactalis Italia annuncia la creazione di un nuovo team nella filiera del latte, dedicato al benessere animale e alla sostenibilità in stalla. “A conferma dell’impegno che Lactalis pone nella sua visione di sostenibilità incentrata sui tre pillar strategici: benessere animale, packaging circolare e riduzione di emissioni lungo tutta la filiera, il Gruppo dà il via ad un ciclo di incontri formativi ed informativi rivolti agli allevatori al fine di mantenere un dialogo sempre aperto e trasparente”, spiega una nota dell’azienda. Nel primo evento, che ha visto la presenza di oltre 100 allevatori e si è svolto a Brescia, sono stati presentati i progetti promossi da Lactalis per una filiera sempre più sostenibile, rispettosa dell’ambiente e del benessere animale, con un focus sui valori di responsabilità e sostenibilità nell’industria lattiero-casearia.

“Le sfide che deve affrontare il nostro comparto richiedono sforzi congiunti e una forte competenza di settore. Per questo abbiamo dato vita in Lactalis Italia ad una organizzazione dedicata al benessere animale ed alla sostenibilità”, ha dichiarato Giovanni Pomella, AD di Lactalis in Italia. “Con questo progetto il Gruppo intende condividere con il mondo allevatoriale un percorso per contribuire allo sviluppo di una filiera sempre più sostenibile. Negli ultimi anni, l’agroalimentare ha affrontato e sta affrontando cambiamenti profondi in nome della sostenibilità: ripensare alle modalità di produzione, di trasporto, di imballaggio è una necessità che richiede una conoscenza approfondita delle caratteristiche peculiari che contraddistinguono il settore lattiero caseario. Con questo ciclo di incontri aperti agli allevatori vogliamo contribuire ad animare un confronto costruttivo per creare valore e a rafforzare le relazioni con tutta la nostra comunità di conferenti latte”.

“Sono lieto di guidare questa nuova squadra, che ci consentirà di consolidare e promuovere una serie di progetti a favore della filiera – ha dichiarato Paolo Bulgarelli, Italy Milk Quality & CSR Manager di Lactalis Italia, che continua: “Questo nostro primo incontro con gli allevatori segna l’inizio di un percorso che ha l’obiettivo di mettere in campo strategie di medio e lungo termine con le quali contribuire allo sviluppo delle aziende zootecniche e il loro prezioso lavoro sul territorio, in partnership con Istituzioni e Università.”

All’evento è intervenuto anche il professor Filippo Miglior dell’Università di Guelph/Lactanet che ha presentato uno studio che esplora come la genetica possa rappresentare una dei percorsi per raggiungere la neutralità delle emissioni, migliorando contemporaneamente qualità e benessere animale. Secondo la ricerca, sarà possibile ridurre una riduzione del 20-30% in metano negli allevamenti entro il 2050. L’incontro promosso da Lactalis mette quindi in relazione il mondo scientifico con quello allevatoriale, per una più rapida evoluzione della filiera del latte verso una maggiore sostenibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *