numeri, trend, fatti

Nuova Zelanda: export in crescita, nonostante la debolezza della domanda cinese. Cala l’import di formaggio

Settembre è stato un mese interessante per le esportazioni della Nuova Zelanda, con una crescita a due cifre per più prodotti, secondo l’analisi Assocaseari del report mensile Trade Data Monitor. Considerato che in Cina vengono prodotti e stoccati grandi quantitativi di polveri, ma con una domanda in generale indebolimento, anche la richiesta di importazione è in calo (-33% sett.’22/sett.’21 per il Wmp e -24% sett.’22/sett.’21 per l’Smp) e ciò influisce pesantemente sulle esportazioni neozelandesi. Allo stesso tempo, però, la domanda di polveri, nel mese di settembre, è stata estremamente forte nel Sud-Est Asiatico e nei Paesi Mena: le spedizioni di Wmp neozelandese sono aumentate, rispetto allo stesso mese 2021, del 74% verso l’Indonesia, del 31% a Singapore e del 41% negli Emirati Arabi Uniti.

Anche l’export di Smp verso l’Indonesia è cresciuto, aumentando del 74% nel confronto fra settembre ’22 e lo stesso mese del 2021. Quello di quest’anno è stato il mese di settembre più forte mai registrato per le esportazioni di materia grassa neozelandese verso la Cina: formaggio +78% sett.’22/sett.’21, burro a +45% sett.’22/sett.’21 e Amf aumentato di oltre tre volte rispetto al mese di settembre dello scorso anno. Sono cresciute considerevolmente anche le spedizioni di formaggio in Giappone, +117% sett.’22/sett.’21, e quelle di burro in Australia e Indonesia, rispettivamente a +41% e +60% sett.’22/sett.’21. Il calo dell’export di caseina e caseinati è invece la conseguenza della minor domanda di Cina, Stati Uniti e Giappone.

Quanto alle importazioni lattiero casearie della Nuova Zelanda, a settembre sono deboli: il lattosio è calato del 52% nel confronto con lo stesso mese 2021 e il formaggio scende del 38% sett.’22/sett.’21. Al contrario, l’import di siero di latte è aumentato del 766% ma rispetto ad un settembre 2021 molto debole; la Ue è l’unico fornitore degno di nota per questo prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *