Bergamo
enti & istituzioni

B2Cheese torna a Bergamo il 29 e 30 settembre

E’ stata presentata a Milano la seconda edizione di B2Cheese, il salone nazionale organizzato da Promoberg dedicato esclusivamente agli operatori della filiera lattiero-casearia. 

La manifestazione torna il 29 e 30 settembre 2022 alla Fiera di Bergamo: un appuntamento molto atteso da parte delle imprese per fare business ma anche per fare il punto della situazione in un momento molto complicato per il settore lattiero-caseario, il più importante per fatturato complessivo dell’industria alimentare italiana. 

A fare gli onori di casa, nell’avveniristica sede milanese di PwC Italia (Torre PwC),  Andrea Guerini, senior manager PwC Italia, seguito dagli interventi (coordinati da Alberto Gottardi, vicepresidente del Progetto FORME) di Luciano Patelli, presidente di Promoberg, Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi di Regione Lombardia (video messaggio), Roberto Luongo, direttore generale di Ice (agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), Antonio Auricchio, presidente di AFIDOP (l’Associazione Formaggi Italiani Dop), Paolo Zanetti, presidente Assolatte, e Francesco Maroni, presidente Progetto FORME e Associazione Cheese Valleys – Le Tre Signorie. 

La manifestazione, dopo l’ottimo debutto nel 2019 con l’arrivo di oltre 2mila buyer, anche stranieri – mette in vetrina una delle eccellenze indiscusse del nostro Paese e non a caso accende i suoi riflettori a Bergamo. La provincia orobica, oltre ad avere una storica tradizione nella produzione casearia, detiene infatti l’importante primato continentale del numero dei formaggi a denominazione di origine protetta (Dop), con ben nove prodotti tutelati dal marchio europeo. Una straordinaria ricchezza a cui si aggiungono numerose altre eccellenze del territorio, come i Formaggi Principi delle Orobie, i Presidi Slow Food, le PAT e le De.Co. Un patrimonio grazie al quale nel 2019 Bergamo con le Cheese Valleys Orobiche ha ottenuto il riconoscimento di ‘Città Creativa Unesco per la Gastronomia’ e nel 2021, insieme alle Città Creative per la Gastronomia di Parma e Alba, ha fondato il Distretto della Gastronomia Italiana. 

Le aziende lattiero-casearie italiane non hanno mai smesso di crescere, di innovare, di confrontarsi con i mercati nazionali e internazionali e hanno sempre continuato a produrre e a sostenere l’economia dei territori anche durante i periodi più complicati della pandemia. Con B2Cheese tornano a incontrare ‘vis a vis’ gli operatori. La manifestazione quest’anno si sviluppa sui 6.500 metri quadrati del padiglion

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.