trasformazione & dintorni

Egitto: riformato il sistema di registrazione obbligatoria per le aziende estere che esportano nel paese

Firmato, in Egitto, il decreto n. 195/2022 che riforma significativamente il sistema di registrazione obbligatoria per le aziende che esportano prodotti nel Paese. La modifica è successiva all’azione dell’Unione europea, spiega Assocaseari, che nel febbraio scorso aveva attivato la procedura di risoluzione delle controversie dell’Organizzazione mondiale del commercio (Omc) chiedendo di avviare consultazioni con l’Egitto.

Il Decreto 195/2022, pubblicato nella Gazzetta egiziana il 31 marzo e in vigore dal 1° aprile 2022, è nel complesso migliorativo rispetto al quadro normativo precedente e, se applicato correttamente, dovrebbe assicurare un processo di registrazione più chiaro e trasparente per le aziende esportatrici e tempi più brevi per il processo di registrazione, con un potenziale impatto positivo per le aziende. Per monitorare al meglio l’implementazione del suddetto decreto, il ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale chiede di segnalare commenti ed osservazioni sull’evoluzione della questione.

Rinviato l’obbligo di certificazione Halal, in Egitto, per latte e formaggi

Nei giorni scorsi, per facilitare gli scambi in un periodo reso già difficilissimo dalla grave situazione internazionale, il governo egiziano ha anche notificato al Wto la proroga dell’obbligo di certificazione Halal per esportare nel paese il latte e i prodotti lattiero caseari, spostata al 30 settembre.

Durante questo periodo le importazioni di latte e prodotti lattiero caseari non accompagnati da una certificazione Halal possono entrare in Egitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *