trasformazione & dintorni

Latte, SalzburgMilch aumenta il prezzo base a 50 centesimi: “Necessario garantire la sicurezza dell’approvvigionamento”

SalzburgMilch, terzo player austriaco del settore caseario, aumenta il prezzo del latte, portando il pagamento base per i produttori di latte è fino a 0,50 euro lordi al litro, per contrastare l’estrema pressione dei costi sui suoi 2.400 agricoltori.

Da molti mesi, i produttori di latte di SalzburgMilch, come tutti i colleghi europei e italiani, stanno fronteggiando una vera e propria esplosione dei costi, che interessa energia, carburante, fertilizzanti, mangimi e materiali da costruzione.

“A causa dei continui aumenti dei costi, ora è in gioco il sostentamento, per molti. Particolarmente colpite sono le piccole fattorie a conduzione familiare, tipiche del Salisburghese. Dobbiamo quindi intervenire nuovamente per poter garantire la sicurezza dell’approvvigionamento”, spiega Andreas Gasteiger, amministratore delegato dell’azienda austriaca.

Il prezzo del latte per tutte le tipologie è stato aumentato di 1,05 centesimi di euro lordi; inoltre, sarà corrisposto anche un bonus benessere animale di 1,47 centesimi di euro lordi.

A causa della situazione del mercato, il latte senza Ogm viene premiato anche con un supplemento per il riciclaggio separato di 1,13 centesimi di euro lordi. Il prezzo base di pagamento per il latte senza Ogm aumenta quindi di 3,65 centesimi di euro lordi, a 0,50 centesimi di euro lordi (44,25 centesimi di euro netti).

Per i vari tipi di latte di fieno e latte biologico di SalzburgMilch, il prezzo sale a 69,86 centesimi di euro lordi (61,83 centesimi di euro netti).

In vista della situazione di mercato, Andreas Gasteiger sottolinea la necessità di ulteriori negoziati con tutta la filiera: “Le ultime negoziazioni sui prezzi con partner commerciali nazionali e internazionali si sono concluse con successo. Non sarà però sbagliato riprendere le trattative, perché il mercato è in forte ripresa e non è possibile affrontare da soli i forti rincari in tutte le aree”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.