trasformazione & dintorni

Lactalis, lascia il ceo Philippe Palazzi. Divergenze con Besnier all’origine delle dimissioni

Dopo soli 13 mesi Philippe Palazzi non è più ceo di Lactalis. L’annuncio arriva con una breve nota dell’azienda francese nella quale si spiega che, il 3 febbraio, Palazzi (in foto) ha rassegnato le sue dimissioni: “Dato che non sono state soddisfatte le condizioni per l’allineamento con la strategia del gruppo, Emmanuel Besnier, presidente del Gruppo Lactalis e Philippe Palazzi, amministratore delegato, terminano la loro collaborazione a partire dal 3 febbraio 2022“. Seguono, ovviamente, i ringraziamenti di rito che spazzano via l’ipotesi che, dietro l’uscita di Palazzi, vi siano motivi legati ai risultati economici. Besnier, infatti, ringrazia il ceo Palazzi per “il suo impegno ed energia, che hanno reso possibile raggiungere gli obiettivi finanziari del 2021”.

E allora cosa c’è dietro l’abbandono così repentino di un manager arrivato in azienda 18 mesi fa, in piena pandemia, e diventato ceo del Gruppo a gennaio 2021? Secondo i rumors che circolano intorno alla vicenda, non vi sarebbe mai stata grande sintonia fra il patron di Lactalis, Emmanuelle Besnier, e l’ex manager di Metro Group. D’altronde, è cosa nota che Lactalis, nonostante le dimensioni, sia e resti un’azienda familiare in cui l’ultima parola e la guida strategica sono saldamente nelle mani della famiglia Besnier. Secondo la stampa francese, Palazzi non avrebbe condiviso in particolare la strategia espansionista di Lactalis fatta a colpi di acquisizioni, molte delle quali avvenute proprio nell’ultimo anno. Nonostante tutto, Palazzi aveva cominciato a prendere alcune iniziative, come quella di creare una direzione generale in Francia sotto la sui guida. Una decisione che, forse, non è piaciuta alla proprietà come anche le divergenze sulle strategie di crescita. Le differenze tra Besnier e Palazzi sono apparse sempre più inconciliabili, fino ad arrivare alle dimissioni. Il gruppo non ha ancora fornito dettagli sul suo successore o sui tempi della nuova nomina.

One thought on “Lactalis, lascia il ceo Philippe Palazzi. Divergenze con Besnier all’origine delle dimissioni

  1. La “cultura aziendale” prevale sempre sui singoli anche se sono “AD” (e molto dipende dalle deleghe effettive)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.