trasformazione & dintorni

Caro energia: Inalpi e Regione Piemonte si incontrano il 9 settembre

Inalpi intende portare all’attenzione delle istituzioni una situazione che non interessa solo l’organizzazione di Moretta, ma che coinvolge tutte le aziende del territorio e d’Italia. Questo sarà lo scopo dell’incontro che si svolgerà con la Regione Piemonte venerdì 9 settembre. Un momento che ci auguriamo essere di confronto su un contesto che deve essere fatto oggetto di interventi quanto mai celeri e efficaci al fine di supportare l’intero impianto imprenditoriale piemontese“. A dare l’annuncio dell’incontro con le istituzioni regionali è Matteo Torchio (foto), responsabile marketing e comunicazione di Inalpi, nel corso del suo intervento al panel “La cultura del lavoro, la ricerca dei talenti e l’importanza della comunicazione” che si è tenuto al Festival della Tv di Dogliani. Sollecitato da una riflessione sulla lettera che, a inizio agosto, il presidente Inalpi Ambrogio Invernizzi ha indirizzato alle principali cariche della Regione Piemonte per sottoporre una richiesta di intervento in merito ai rincari energetici, Torchio ha proseguito: “Il nostro rapporto con la Regione Piemonte è da sempre un canale aperto di stretta collaborazione, come avvenuto anche in tempi passati e penso al periodo di inizio pandemia 2020 quando, con un approccio di completa cooperazione, abbiamo risposto a una problematica dell’intero territorio. Oggi crediamo che sia necessario compiere un altro passo insieme, per salvaguardare e supportare l’intero tessuto economico piemontese e così i auguriamo di poter fare con l’incontro della prossima settimana”.

L’incontro è stato anche l’occasione per raccontare la storia e l’oggi di Inalpi, “un’azienda che”, spiega Torchio, “ha saputo nel tempo innovare la propria dimensione famigliare in quella industriale attraverso un approccio differente, mettendo al centro della propria crescita un ingrediente – il latte di filiera corta e controllata – e trasformandolo in elemento di valore”. Soffermandosi poi sul tema centrale dell’incontro Torchio ha raccontato come, per Inalpi, la trasmissione della cultura del lavoro sia elemento fondante per la vita dell’azienda e come, perché ciò si realizzi, sia importante una visione che consente di creare ingaggio, condivisione, sentimento di partecipazione, in altre parole “è necessario conoscere la propria azienda, il territorio in cui si opera e sentire di portare addosso una maglia fatta di condivisione e di visione dell’oggi e del domani. Trasmettere passione è la vera sfida, investire per far crescere nuovi talenti, l’impegno che ogni azienda deve assumersi. Ed Inalpi ha messo in pratica questi concetti con la nascita di InLab Solutions, il centro R&D dell’organizzazione di Moretta, che oggi è costituito da circa 30 dipendenti, con un’età media al di sotto dei 30 anni, altamente specializzato, e al quale è affidato il percorso di innovazione di prodotto e non solo del futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.