pecorino sardo dop
trasformazione & dintorni

Il Pecorino Sardo Dop tutelato in Giappone

Con l’inizio del nuovo anno, si allunga la lista delle indicazioni geografiche europee soggette a protezione in Giappone, con l’inserimento di cinque nuovi prodotti italiani Dop e Igp, fra cui, per quanto riguarda il lattiero caseario, il Pecorino Sardo Dop. Nei giorni scorsi, infatti, la Commissione europea ha approvato in via definitiva, a nome della Ue, le modifiche all’allegato 14-B dell’accordo tra l’Unione europea e il Giappone per il partenariato economico, entrato in vigore il 1° febbraio 2019.

Nello specifico, sono state introdotte nella lista delle Ig protette in Giappone cinque fra Dop e Igp del nostro Paese. Si tratta di: Monti Iblei Dop (olio), Pecorino Sardo Dop, Prosciutto di Modena Dop, Salamini italiani alla cacciatora Dop e Speck Alto Adige Igp. La procedura fa parte dell’accordo siglato fra la Ue e il Giappone che prevede, per ciò che riguarda la proprietà intellettuale, che il comitato misto composto da Unione europea e Giappone ogni anno, a partire dal 2020 e fino al 2022, prenda in considerazione fino a 28 nomi dei due paesi da proteggere come indicazioni geografiche e da aggiungere nell’allegato 14-B dell’accordo. L’intesa sui prodotti era già stata raggiunta ad agosto 2021 ed è diventata operativa con l’inizio del nuovo anno, dopo la ratifica definitiva della Ue.

Il Pecorino Sardo Dop: latte di pascolo e due stagionature

Il Pecorino Sardo è una Dop prodotta unicamente con latte di pecora intero proveniente dalla zona di origine. L’alimentazione degli ovini è basata in prevalenza sull’utilizzo diretto di pascoli naturali, prati ed erbai, ragione per cui il latte destinato alla Dop conferisce al prodotto finito un sapore e un gusto unici.

Il Pecorino Sardo è un formaggio da tavola e si presenta in due tipologie differenti per tecniche di lavorazione, stagionatura, caratteristiche dimensionali e organolettiche: il dolce e il maturo. Il disciplinare di produzione prevede che il latte intero di pecora eventualmente termizzato o pastorizzato possa essere inoculato con colture autoctone di fermenti lattici e successivamente coagulato con caglio di vitello ad una temperatura compresa tra 35° e 39° C.

One thought on “Il Pecorino Sardo Dop tutelato in Giappone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *