enti & istituzioni

Assolatte: Paolo Zanetti è il nuovo presidente

Come era previsto, il bergamasco Paolo Zanetti, 48 anni, è il nuovo presidente di Assolatte per il triennio 2020/2022. A elegerlo come successore di Giuseppe Ambrosi è stata l’assemblea annuale, convocata ieri a Milano. “Lascio la guida di Assolatte in un momento complesso e ne sono consapevole – ha affermato Ambrosi – Ma so anche che il nuovo presidente metterà energia, passione, conoscenza e determinazione per affrontare le prossime sfide”.

Il neo eletto: “Ci aspettano sfide difficili. Paese poco sensibile alle esigenze di chi fa impresa”

“Sono pienamente cosciente dell’importanza e della delicatezza del ruolo che mi è stato assegnato e ce la metterò tutta per ripagare la vostra fiducia – ha commentato Paolo Zanetti – Le sfide che abbiamo davanti come imprenditori e come associazione non saranno certo facili. Viviamo cambiamenti epocali, che la pandemia ha probabilmente accelerato. Il futuro è incerto e difficilmente prevedibile. Dobbiamo lavorare con impegno e dedizione per affermare i nostri valori e il nostro orgoglio di industriali e per contribuire al successo delle nostre aziende, in un paese poco sensibile alle esigenze di chi fa impresa”. Tanti i temi sul tavolo: dagli accordi internazionali, agli effetti del ‘costo Paese’ sul mercato; dal ‘made in’, all’etichettatura nutrizionale; dalla sostenibilità, alle polemiche mediatiche contro la zootecnia e la produzione di proteine animali. Senza considerare tutte le problematiche connesse agli effetti della pandemia, tornata drammaticamente a farsi sentire. Tutti argomenti, questi, che travalicano i confini nazionali. Per questo sarà importante, dopo l’elezione della presidenza nazionale, seguire anche quella mondiale di Fil-Idf, prevista all’inizio di novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *