trasformazione & dintorni

Parmigiano, Bertinelli: “La redditività per il latte rimane di 8-9 centesimi al litro, nella nostra filiera. E la produzione non è a rischio”

Smorza un po’ l’allarme lanciato nei giorni scorsi da Confagricoltura, Nicola Bertinelli (foto), presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano: “Non vogliamo smentire chi giustamente si preoccupa di una filiera fatta di produttori e allevatori che sono in forte difficoltà. Ma dire che la produzione di Parmigiano è a rischio è una forzatura“. Bertinelli entra anche nel merito delle cifre diffuse da Confagricoltura, che ha parlato di un amento dei costi, alla stalla, del 40-45%, oltre al 35-45% di incrementi per la trasformazione. “Secondo i nostri calcoli chi conferisce il latte ai nostri associati aveva una marginalità di 15 centesimi al litro, che si sono ridotti a 8-9. Una batosta, ma la redditività rimane“, spiega Bertinelli.

Non sono tempi facili e, ancora meno, lo saranno i mesi a venire ma è proprio per questo che voglio ricordare gli ultimi risultati che il Consorzio ha raggiunto nonostante la complessità di questi due anni. Le nostre aziende, dopo aver chiuso un 2021 da record, nel primo semestre 2022 hanno registrato, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, un incremento delle vendite totali pari al 2,4% e un aumento dei volumi anche nei mercati internazionali, che crescono dell’1,6%. Questo nonostante la pandemia, le incertezze in ambito geopolitico, il caro energia che già iniziava a prendere piede e la riduzione del potere di acquisto delle famiglie in alcuni mercati”. In merito al prossimo futuro e ai possibili aumenti dei prezzi al consumo, precisa: “Sul secondo semestre questi fattori, queste dinamiche peseranno con ancora più forza sulla situazione economica italiana. In un contesto di crescita di prezzi che registra aumenti che vanno anche oltre il 15% nei principali beni di largo consumo, il nostro prodotto mantiene le sue quotazioni all’ingrosso e registra lievissimi aumenti al consumo. Le difficoltà che aziende e famiglie saranno chiamate ad affrontare sono tante ma il nostro obiettivo rimane sempre quello di garantire al consumatore un prezzo equo del nostro prodotto sul mercato, evitando fenomeni speculativi“. Una situazione senza dubbio molto diversa da quella denunciata dagli attori di moltissimi altri comparti del settore lattiero caseario, che ogni giorno lanciano accorati appelli circa gli aumenti e la tenuta del tessuto produttivo che apre molte riflessioni intorno a prezzi e filiere.

2 thoughts on “Parmigiano, Bertinelli: “La redditività per il latte rimane di 8-9 centesimi al litro, nella nostra filiera. E la produzione non è a rischio”

  1. Temo sia ottimistico pensare a una marginalità, per quanto riguarda il 2022, visto che i costi produttivi e di trasformazione sono in continuo aumento, mentre le contrattazioni sono mesi che sono stabili ad un prezzo che non permetterà,se si mantiene a questi livelli, una adeguata remunerazione dei costi stessi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.