mercato trade
numeri, trend, fatti

Mercato: rallentano domanda e prezzi. In Italia torna il latte estero

Il mercato sembra cercare un nuovo equilibrio, con produzioni latte che non accennano a cambiare tendenza e domanda generale in rallentamento, a prezzi più cauti, secondo l’analisi di Assocaseari. Venditori e compratori sono molto combattuti sul da farsi; regna ancora una grande incertezza sull’evoluzione dei prossimi mesi con troppe incognite in gioco. Sul mercato europeo, i prezzi del latte crudo scendono in modo deciso, con l’intero tedesco trattato a 0,51 euro/kg e lo scremato a 0,23 euro/kg partenza; domanda in calo. In arrivo in Italia, per la prima volta dopo un anno e mezzo, il latte scremato estero. Sul mercato nazionale domanda importante di latte crudo che è stato scambiato a 0,542-0,543 euro/kg partenza, scremato trattato a 0,27-0,28 euro/kg partenza. Raccolta in leggera flessione, con tassi di grasso e proteine stabili.

Creme in ribasso. Sale il bollettino del burro in Francia

Sul mercato Ue, poca offerta e poca domanda di crema di latte tedesca, questa settimana in deciso calo, trattata a 3,42-3,44 euro/kg franco arrivo; della merce estera è stata scambiata anche a 3,30 euro/kg tra mercoledì e giovedì. In Italia, i compratori di panna nazionale di qualità sono attivi ma cauti, merce scambiata anche sotto i 3,40 euro/kg. Questa settimana, rispetto alla precedente, i bollettini ufficiali europei del burro prendono strade diverse. Kempten lascia invariato il minimo a 7,05 euro/kg e diminuisce di 0,13 euro il massimo che va a 7,15 euro/kg, media tedesca 7,10 euro/kg. L’Olanda cala di 0,05 euro portandosi a 7,12, la Francia invece aumenta di 0,14 euro e va a 7,48 euro/kg. La media a tre di questa settimana è 7,233 euro/kg e quella a due 7,111 euro/kg. La quotazione del burro di centrifuga a Milano resta invariata a 7,12 euro/kg.

Polveri, calano le quotazioni del siero

I bollettini del latte in polvere questa settimana sono diminuiti in Olanda per lo scremato per uso alimentare e l’intero in Germania. Restano invariati lo scremato per uso zootecnico in Olanda e l’intero in Francia, mentre aumenta lo scremato in Francia. Le quotazioni del siero sono calate in Germania e in Olanda, ma sono rimaste invariate in Francia.

Formaggi: aumenti decisi per il Grana Padano

Bollettini nazionali dei formaggi in forte aumento per il Grana Padano nelle principali Borse Merci, in leggera crescita per il Parmigiano Reggiano a Modena e a Reggio Emilia, in aumento il Provolone Valpadana a Milano, Verona e Cremona, e i molli a Milano e Verona. Quotazioni medie europee dei formaggi “commodities” Gouda, Edam etc, tutti ancora sopra i 5,00 euro/kg, comprese anche cagliate, mozzarelle in blocco e reibekase.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *