emmi
trasformazione & dintorni

Emmi: bilancio a +3,6% nel 2021. Calano le vendite in Svizzera, ma crescono export e dessert

Emmi chiude il bilancio 2021 con ottimi risultati: le vendite annuali si stanno avvicinando ai 4 miliardi di franchi e l’azienda ha registrato una crescita organica del 3,6%. L’Ebit è aumentato nel 2021 di 12,9 milioni franchi (4,8%) arrivando a 284,1 milioni. L’utile netto è aumentato del 7,0% a 216,7 milioni di franchi.

Mentre l’attività in Svizzera è leggermente diminuita, dopo la crescita legata alla pandemia nel 2020, continuano a crescere i mercati esteri e le nicchie strategiche come i dessert, che si sono affermati ancora una volta come driver di crescita, in primis Emmi Caffè Latte e Kaltbach Käse.

Nel mercato di espansione più importante del gruppo lattiero caseario svizzero, gli Stati Uniti, Emmi ha rafforzato il pilastro dei formaggi con l’acquisizione di Athenos (numero uno nel mercato statunitense della feta) e prevede ulteriori opportunità di esportazione per il formaggio svizzero. Prosegue inoltre lo sviluppo di Emmi Dessert Usa, costituita nel 2020, e la sua integrazione nella rete Emmi dessert.

Per il 2022, Emmi ipotizza una crescita organica delle vendite a livello di gruppo che, in base all’inflazione, dovrebbe essere compresa tra il 2,5% e il 3,5%. Mentre le vendite in Svizzera scenderanno ancora leggermente (-1% e 0%), Emmi prevede una continua forte crescita organica sui mercati esteri. In termini di risultato operativo, Emmi prevede un aumento dell’Ebit da 290 milioni a 305 milioni di franchi svizzeri, mentre il margine di profitto netto dovrebbe essere compreso tra il 5% e il 5,5%.

Le incertezze sugli sviluppi macroeconomici e l’accelerazione delle pressioni inflazionistiche dovrebbero persistere nel gruppo nel 2022, secondo il gruppo e la pressione sui margini aumenterà nuovamente in modo significativo. In questo contesto, l’attuazione coerente della strategia e ulteriori investimenti mirati nella crescita e nel miglioramento dell’efficienza restano fondamentali per il gruppo lattiero-caseario svizzero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *