trasformazione & dintorni

Forme Future: grande successo di pubblico per l’edizione 2021

Con la consegna di una targa al sindaco Giorgio Gori, per il riconoscimento di Bergamo come “Città del Formaggio 2021”, da parte della delegazione Onaf di Bergamo, si è conclusa l’edizione 2021 di Forme, dal titolo: “Forme Future – Antichi saperi e nuove conoscenze”.

Forme Future 2021: due giorni ricchi di esperienze coinvolgenti, dal mercato ai Cheese labs

Dopo un anno, l’evento è tornato in presenza per accogliere tutti gli appassionati in due giorni ricchi di esperienze coinvolgenti. Nella Piazza Mercato del Formaggio, la mostra-mercato nella Loggia porticata di Palazzo della Ragione in Città Alta, i visitatori hanno potuto assaggiare i formaggi d’eccellenza delle Cheese Valleys orobiche e i grandi vini lombardi di Ascovilo (Associazione Consorzi Tutela Vini Lombardi).

Il ricco palinsesto 2021 ha riproposto la formula vincente dei “Cheese Labs”, masterclass curate da Maestri Assaggiatori Onaf e sommelier Ais, con la collaborazione dei ragazzi dell’Istituto Superiore di San Pellegrino.
Molto seguiti gli appuntamenti di “Incontri e racconti“, i sei convegni condotti da professionisti ed esperti del settore che si sono confrontati per approfondire i tanti argomenti e testimoniare esperienze nel settore agroalimentare, ovviamente con focus sulla filiera lattiero casearia. L’appuntamento di chiusura della manifestazione è stato la premiazione del 3°Concorso Caseario Nazionale “Stupore ed Emozione”, organizzato da Forme e Onaf, e quella del Concorso del Consorzio Formai de Mut dell’Alta Valle Brembana Dop.

Forme 2021 ha visto anche diversi momenti istituzionali. Tra tutti, il Dairy Culture and Civilization Forum, organizzato da Afidop, e la seconda edizione dell’International Creative Summit, a cura del Comune di Bergamo. Un appuntamento anticipato dalla firma del documento che ha ufficializzato la nascita del Distretto delle Città Creative Unesco per la Gastronomia tra Alba, Parma e Bergamo.

Forme prosegue con l’iniziativa “Il formaggio alimenta la ricerca”

Ma Forme 2021 non è ancora terminato, resta ancora da compiere un’importante passaggio solidale che caratterizza la manifestazione. Nelle prossime settimane, infatti, tornerà nelle principali piazze bergamasche l’iniziativa “Il formaggio alimenta la ricerca“, in collaborazione con Armr (Aiuti per la Ricerca sulle Malattie Rare Onlus). Alcuni dei formaggi più pregiati visti all’interno dell’evento, insieme ai vini del Consorzio di Tutela del Valcalepio e ai vini Lombardi Doc, Docg e Igt di Ascovilo, saranno offerti al pubblico nelle piazze di Bergamo. Il ricavato sarà devoluto all’Italian Institute for Planetary Health (Iiph), creato dall’Istituto per la Ricerca Farmacologica Mario Negri con la missione di studiare le relazioni tra agricoltura, ambiente, cibo e salute dell’uomo e del Pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *