stagionatura brazzale
trasformazione & dintorni

Che suono ha la stagionatura robotizzata di un formaggio grana?

Tutte le componenti del nuovo magazzino robotizzato Sant’Agata di Brazzale si mettono in movimento: è la sinfonia di una lunga stagionatura, con i suoi spazzolamenti, la pulizia delle forme e il rivoltamento delle assi di abete su cui poggiano. E, proprio come se facessero davvero fatica, i robot antropomorfi sbuffano, mentre danzano insieme al formaggio con incredibile leggiadria. Afferrando, carezzando, spostando e ricomponendo i bancali di formaggio senza soluzione di continuità.

Evoluto impianto di stagionatura per formaggi grana, completamente robotizzato e dotato delle più raffinate soluzioni di intelligenza artificiale per il controllo totale delle condizioni di ogni singola operazione, il magazzino Sant’Agata di Cogollo del Cengio (Vi) di Brazzale si trova a soli 8 chilometri dal quartier generale di Zanè. Al suo interno, un sistema integrato di navette e robot antropomorfi si prenderà cura di 250mila forme di Gran Moravia, che stagioneranno negli oltre 8mila mq coperti del nuovo stabilimento. Tra i plus della nuova struttura c’è anche quello della totale autosufficienza energetica, ottenuta grazie ai pannelli fotovoltaici sulla copertura del magazzino, che garantiscono una sorta di “moto perpetuo”. La scelta della localizzazione permette di contare su condizioni climatiche e logistiche ideali: ubicato allo sbocco della Valdastico, il nuovo magazzino di stagionatura si trova infatti ai piedi dell’Altopiano di Asiago, a circa 300 metri di altitudine, in una posizione che garantisce l’ottimale ventilazione e la purezza dell’aria, proveniente dalle montagne che circondano la struttura, preziose nella lunga stagionatura. L’aerazione sarà diffusa in modo omogeneo e dolce: ben 140 km di canalizzazioni capillari, infatti, portano dolcemente a ciascun posto forma l’aria che, presa dall’esterno al ritmo di un ricambio completo ogni 2 ore, viene regolata ad umidità e temperature costanti. Per realizzare questa struttura, è stato recuperato un fabbricato industriale abbandonato della superficie di circa 5mila mq, cui è stato aggiunto un volume di circa 3mila mq. destinato ad alloggiare i robot e le linee di balia del prodotto, senza consumo ulteriore di territorio. 

One thought on “Che suono ha la stagionatura robotizzata di un formaggio grana?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *